Senigallia Atto

Situazione della rete fognaria e della raccolta delle acque piovane

Interpellanza del Consiglio Comunale del 31 luglio 2018

Presentazione
Discussione
31.7.2018
  • 31.7.2018
  • risposta

Proponenti

Il Consigliere REBECCHINI (Unione Civica): io vorrei trattare la questione della rete fognaria, io ho letto tra l’altro un articolo sulla stampa dove lei Sindaco invitava i cittadini a pulire la grata delle caditoie, cosa che è giusta che si faccia e che io stesso faccio, però mi sono giunte alcune lamentele e chiedo allora dei chiarimenti in merito alla situazione di fatto in essere anche perché nei mesi scorsi ho visto dei furgoni con del personale addetto che con delle telecamere andava a monitorare un poco la situazione, e allora vengo a chiedere qual è la situazione in essere perché a detta di molti cittadini anche con le caditoie pulite spesso i giardini, gli scantinati eccetera si allagano lamentando che prima questo avveniva assai raramente e invece adesso avviene più e più volte l’anno. allora Chiedo qual è la situazione della rete fognaria e anche della rete della raccolta delle acque piovane che è la parte forse più grave. È una cosa che certamente i cittadini che magari patiscono dell’allagamento del proprio scantinato o del proprio giardino ce l’hanno a cuore, ma spesso i politici, non faccio sicuramente un’accusa a voi, però le opere che non si vedono sono quelle meno curate invece quello che si vede essendo più di impatto, in generale dico così, so che Senigallia per l’acquedotto per esempio è stata ed è un fiore all’occhiello, adesso chiedo quindi anche per le fognature se il lavoro fatto, io ho verificato per esempio in viale 4 novembre ho visto personale che ci lavorava è esaustivo o cosa ha prodotto e quali sono i problemi esistenti. SI dà atto che entrano i Consiglieri Santarelli e Canestrari ed esce il Consigliere Giuliani: Presenti con diritto di voto n. 21.
Vedi i dettagli dell'intervento

Risposta

Il SINDACO: grazie davvero consigliere Rebecchini intanto mi permette di chiarire un passaggio con i miei concittadini rispetto ad una notizia che non corrisponde a verità, così almeno ci capiamo. Premesso che forse se fossimo in una nazione diversa dove il senso civico venisse ripristinato in moratoria per qualche anno nelle nostre scuole come educazione civica forse ritorneremo a capire che cos’è il nostro e che cos’è il noi, che cos’è il mio e che cos’è quello degli altri perché io lo vedo in tutte le occasioni di eventi più o meno straordinari dove gran parte dei nostri concittadini mettono le braccia conserte e aspettano che il pubblico intervenga, lo vedo con la neve in modo imbarazzante, lo dico perché quando vado in montagna, capita qualche volta anche a me, vedo tutti i proprietari frontisti che puliscono il loro pezzo e nessuno si permettete di additare chissà quale tipo di intervento. Vale questo ma vale per la pulizia delle strade, vale per il nostro regolamento che ho chiesto alla consigliera Pedroni di riportarlo in Commissione almeno abbiamo contezza di quello che abbiamo fatto. C’è un regolamento che dice che i marciapiedi vanno puliti dal cittadino, si può dire così oggi? Il Regolamento, l’abbiamo votato tutti all’unanimità con acclamazione, per un metro di profondità o fino al bordo del cordolo esterno del marciapiede, pensate se tutti pulissero quello, significa che toglie andrebbero a togliere le malerbe, significa che non avremmo più le cartacce, ma siccome quello con la solita scusa, che qualche volta coincide qualche volta invece è assolutamente discordante rispetto all’azione, pago le tasse lo devono fare loro, quindi magari il giardino perfetto dentro casa e Rebecchini siccome ci passo davanti alla sua, so e vedo quello che fa, il contrario di quello che fa qualcuno che pulisce dentro e buttano fuori, lei pulisce fuori e se lo porta dentro perché questa è l’idea che forse ci è rimasta come retaggio. Detto questo in occasione di alcuni eventi particolari che coincidono con vento e pioggia battente non ci sarà mai nessun sistema fognario nelle zone dove ci sono le essenze arboree più o meno differenziate, dagli aghi di pino alle foglie di pioppi o di platano, che sarà in grado di assorbire quella pioggia, nessuno. Le faccio un esempio su tutti, via Mercantini che si allaga sistematicamente, ci abbiamo messo le caditoie potenziate, abbiamo messo quelle autopulenti che sono quelle rialzate, quando ci sono quegli scrosci le prime foglie che vanno ad occultare superficialmente la caditoia non c’è niente da fare, la chiudono, la murano e io ho detto forse siccome vi allagate sempre, se c’è qualcuno che con il rastrello toglie quella patina superficiale si pulisce immediatamente. Ho avuto modo di constatarlo l’ultima volta, due lunedì fa io ero lì, sono stato sotto il nubifragio in via Mercantini, con 30 centimetri di acqua, in dieci minuti dico dieci, una volta smessa la pioggia e rimosse le foglie in dieci minuti la strada era assolutamente perfetta, cosa vuol dire? Che il sistema funziona, il sistema fognario funziona, vuol dire che le caditoie sono pulite, vuol dire che il sistema fognario ipogeo funziona. Guardi, così almeno ci capiamo, quel giorno nella zona del Piano Regolatore in previsione del nubifragio che era stato annunciato che è quello poi della grandinata di Pesaro e parziale anche da noi, nella zona del Piano Regolatore abbiamo fatto passare le spazzatrici alle ore 17, quindi alle ore 17 non c’era una foglia per terra, questo però non ci ha messo al riparo. Lo dico non per difendere, non perché pago le tasse, non perché il Comune, perché è vergogna, perché ancora una volta, perché che schifo, perché è così e lo dico nella zona del Piano Regolatore dove abbiamo rifatto tutti i marciapiedi, abbiamo rifatto tutti i cordoli, abbiamo rifatto tutte le caditoie, abbiamo rifatto gli asfalti, eppure nelle condizioni attuali il sistema va in difficoltà e mentre sul viale 4 Novembre per esempio potrebbe essere un problema fognario cioè che ormai i tubi non sono adeguati a questo tipo di precipitazioni così copiose nelle altre situazioni spesso è un po’ di attenzione che ci dobbiamo mettere e allora l’invito che ha fatto il Sindaco con un post nello stato di allerta di quel giorno, ha detto guardate date una mano perché vi affogate e non un provvedimento generico che ci poteva anche stare perché se la caditoia davanti a casa mia è completamente otturata forse non sarebbe così terribile che come pulisco il mio giardino vado ad intervenire anche su quel piccolo, non sarebbe così terribile, ma siccome paghiamo le tasse e ci devono pensare loro e per qualcuno ci dovrei pensare proprio io di persona, le assicuro che 15 giorni fa ero pronto ad intervenire di persona a tirare su le caditoie di via Mercantini perché conosco ormai bene la situazione e sta negli elementi che abbiamo condiviso qualche secondo fa.
Vedi i dettagli dell'intervento

Replica

Il Consigliere REBECCHINI (Unione Civica): mi fa piacere che lei dica che il sistema funziona a parte viale 4 Novembre che ha le tubature delle fogne ormai obsolete quindi penso da cambiare. Convengo anche io Sindaco sul fatto che un cittadino non possa dire o debba dire sempre pensateci voi eccetera, personalmente io lo faccio davanti casa mia e lo faccio anche spesso, pulisco il giardino vado fuori un attimo e pulisco il mio metro e anche più ma anche oltre anche per il vicino che non pulisce diciamo perché è giusto così, poi purtroppo qualche cittadino che non ha senso civico lo fa e continua a buttare pacchetti di sigarette, continua a buttare la lattina che ha in mano, un po’ di tutto, oppure addirittura arrivano dal McDonald e lanciano dalla macchina sul viale 4 Novembre bibite, vassoi, eccetera, purtroppo questo non va bene quindi un richiamo al senso civico Sindaco io dico che ha fatto bene, quindi anche io mi associo a questo richiamo al senso civico. Si dà atto che entra il Consigliere Gregorini: Presenti con diritto di voto n. 22.
Vedi i dettagli dell'intervento