Senigallia Atto

Inquadramento professionale del Comandante della Polizia Municipale

Interrogazione del Consiglio Comunale del 06 ottobre 2015

Presentazione
Discussione
6.10.2015
  • 7.10.2015
  • risposta
    (in 1 giorni)

Proponenti

Al presidente del Consiglio comunale
Al sindaco del Comune di Senigallia

Il sottoscritto consigliere comunale Roberto Paradisi

PREMESSO CHE

- il dott. Benigni, presidente regionale dell'Associazione Professionale polizia locale d'Italia ha presentato in data 16.07.2015 istanza che allego alla presente;

- le considerazioni svolte dal dott. Benigni non solo appaiono condivisibili, ma fanno sorgere più di una perplessità sulle modalità seguite dalla nostra Amministrazione sull'iter seguito per l'assegnazione dell'incarico in oggetto;

- è assolutamente necessario, soprattutto per chi si richiama alla trasparenza e alla "cultura della legalità" (il riferimento è ovviamente ai richiami formali e retorici di questa Amministrazione) dare corito delle proprie scelte che devono essere coerenti con il nostro sistema normativo;

INTERROGO LA S.V.

Per sapere se è stata data puntuale risposta all'istanza del dott. Benigni e, in tal caso, chiedo di inviare al sottoscritto copia di detta risposta. In caso contrario si chiedono i motivi di tale eventuale omissione. In ogni caso si richiede purituale risposta, con chiarimento dell'iter seguito da questa Amministrazione nell'affidamento dell'incarico di cui sopra.

Resto in attesa di risposta scritta.

Senigallia, lì 6.10.2015

Roberto Paradisi

Risposta

Al Consigliere Comunale Sig. Roberto Paradisi
Al Presidente del Consiglio Comunale Sig. Dario Romano
Loro Sedi

Oggetto: Interrogazione a risposta scritta circa l’inquadramento professionale del Comandante della Polizia Municipale.

Egregio Consigliere,

la nota del Presidente dell’Associazione professionale polizia locale d’Italia pervenuta lo scorso 16 luglio, protocollo 46752, poneva l’attenzione sulla Legge Regionale n. 1 del 17 febbraio 2014 in ordine all’inquadramento del comandante della Polizia Municipale e segnalava come il corpo della Polizia municipale dipenda direttamente dal Sindaco e come di conseguenza anche il Comandante faccia riferimento al solo Sindaco e non possa essere sottoposto funzionalmente ad altri dirigenti.

Al riguardo occorre precisare che tale condizione è vigente in questo Comune sin dal lontano 2001 allorché la Giunta Comunale con deliberazione n. 110 del 6 marzo 2001 approvava il regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi stabilendo la costituzione di una Unità Operativa Autonoma di Polizia Municipale quale struttura direttamente alle dipendenze del Sindaco. Tale Unità veniva poi affidata alla direzione di un Dirigente.

In seguito al rinnovo del Consiglio Comunale, la Giunta, con deliberazione n.153 del 30/07/2015 ad oggetto: “Incarichi dirigenziali - Indirizzi al Sindaco”, stabiliva di esprimere al Sindaco l’indirizzo di prorogare fino al 31 ottobre, per le motivazioni in essa indicate, il contratto di incarico dirigenziale per l’U.O.A. Polizia Municipale e protezione civile; fatto questo che avveniva con decreto del Sindaco n. 457 del 1° agosto seguente.

Alla nota dl Presidente ANVU non veniva dato riscontro in quanto la stessa non poneva domande che richiedevano risposte, ma si limitava a ricordare all’Ente le normative vigenti che, come descritto, sono state puntualmente osservate.

Cordialmente.

Maurizio Mangialardi