Senigallia Atto

Conseguenze sul bilancio per la sentenza n.19/2019 della Corte Costituzionale

Interrogazione del Consiglio Comunale del 21 marzo 2019

Presentazione
Discussione
21.3.2019
  • 27.3.2019
  • risposta
    (in 6 giorni)

Proponenti

Il sottoscritto SARTINI GIORGIO, Consigliere comunale del Gruppo consigliare "Senigallia Bene Comune",

PREMESSO CHE

- la Corte costituzionale con sentenza n. 19/2019 ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. 1, comma 714, della legge n. 208 del 2015, come sostituito dall'art. 1, comma 434, della legge n. 232 del 2016, ponendosi in contrasto con gli artt. 81 e 97, primo comma, Cost.

Tanto premesso, il sottoscritto Consigliere Le rivolge la presente interrogazione a cui dovrà esser data risposta scritta, ponendole la seguente domanda:

quali effetti ha tale pronuncia, se ne avrà, sul bilancio del Comune di Senigallia

Distinti saluti

 

Risposta

  • Gennaro Campanile
    Assessore con delega a risorse finanziarie e patrimoniali, sviluppo economico e commercio
    Monitorato da 17 cittadini

Gentile Consigliere Sartini;

A riscontro della sua interrogazione a risposta scritta del 21 marzo u.s. le comunico quanto segue: l'art. 1, comma 714, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2016) prevede che: “714. Fermi restando i tempi di pagamento dei creditori, gli enti locali che hanno presentato il piano di riequilibrio finanziario pluriennale o ne hanno conseguito l'approvazione ai sensi dell'articolo 243-bis del testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, prima dell'approvazione del rendiconto per l'esercizio 2014, se alla data della presentazione o dell'approvazione del medesimo piano di riequilibrio finanziario pluriennale non avevano ancora provveduto ad effettuare il riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi di cui all'articolo 3, comma 7, del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, possono rimodulare o riformulare il predetto piano, entro il 31 maggio 2017, .... omissis....".

Il Comune di Senigallia non ha presentato piani di riequilibrio finanziario pluriennale e quindi non è interessato dalla norma della L. 205/2015 e conseguentemente dalla sentenza della corte costituzionale n. 19/2019.