Senigallia Atto

Piano di attivazione emergenza a seguito dell'avviso di criticità idrogeologica dell'11/05/2019

Interrogazione del Consiglio Comunale del 23 maggio 2019

Presentazione
Discussione
23.5.2019
  • 8.7.2019
  • risposta
    (in 46 giorni)

Proponenti

Il sottoscritto SARTINI GIORGIO, Consigliere comunale del Gruppo consigliare "Senigallia Bene Comune",

PREMESSO CHE
- l'11/05/2019 è stato emesso avviso di criticità idrogeologica ed idraulica da parte del Centro Funzionale Regionale – Servizio di Protezione civile della Regione Marche (http://console.protezionecivile.marche.it/mig/MigDocs/PDF/ACIG/2019/ACIG_20190511.pdf);

 

- in tale avviso il territorio del comune di Senigallia rientrava dell'allerta "arancione", sia per la criticità idraulica che idrogeologica;

RICHIAMATO
- il C.D.P.C. del 10/02/2016 e la D.G.R. Marche n. 148 del 12/02/2018 che prevedono l'attivazione del C.O.C. in caso di fase di preallarme,
- gli SMS e le PEC da parte degli organi di vigilanza per avvisare del passaggio di criticità a preallarme;
- il piano di emergenza di protezione civile comunale

(http://www.comune.senigallia.an.it/site/senigallia/assets/content/documents/multisite/protezione civile/piano-emergenza-idrogeologico/piano-emergenza-idrogeologico/multisite:allcgati/piano idrogeologico-aggiornamento-tecnico-2017.pdf ) che prevede:

 

  • C.3.1 - Fase di attenzione

 

Al ricevimento dell'avviso di condizioni meteo avverse da parte della Regione elo della Prefettura elo al superamento della soglia che indica il livello di attenzione elo in base a segnalazioni attendibili provenienti dagli Enti legittimali (Sala Operativa della Regione Marche), il Sindaco o suo delegato, previa verifica e valutazione, attiva la fase di attenzionee:

 

• attiva il C.O.C. convocando la funzione di supporto Tecnica e di Pianificazione;

  • C.3.2 - Fase di preallarme

 

Alla comunicazione del superamento della soglia che individua il livello di preallarme elo al peggioramento della situazione nei punti critici monitorali a vista dalle squadre di tecnici, il Sindaco o suo delegato, previa verifica e valutazione attiva la fase di preallarme e:

• convoca tutte le funzioni di supporto:

• informa Regione, Prefettura e Provincia e le aggiorna sull'evolversi della situazione;
• allerta la Capitaneria di Porto per la predisposizione delle azioni di competenza;
• informa la popolazione attraverso i sistemi di allertamento previsti dal Piano;
• verifica l'effettivo dispiegamento sul territorio delle strutture operative previste per le operazioni di evacuazione;
• predispone eventualmente la limitazione dei parcheggi per le auto private lungo le strade principali del centro abitato;
emette, eventualmente, ordinanza di chiusura delle scuole;
• ordina, eventualmente, l'annullamento di tutte le manifestazioni a carattere pubblico individuate in fase di allerta,

le sue dichiarazioni riportate dalla stampa locale, in particolare articolo del Corriere Adriatico del 14 c.m. ove vengono a lei attribuite le parole "E' stata emessa un'allerta meteo arancione di una particolare gravità e, quando è passata dalla fase di attenzione a quella di preallarme, abbiamo attuato i percorsi previsti dal protocollo. L'ho vissuta tranquillamente, non ho attivato nemmeno il Coc.....";

Tanto premesso e richiamato, il sottoscritto Consigliere Le rivolge la presente interrogazione a cui dovrà esser data risposta scritta, ponendole le seguenti domande:

1) Ha attivato il C.O.C.?
2) Il Comune è passato nella fase di PREALLARME compilando L'ALLEGATO 3 oppure è rimasto nella fase di ATTENZIONE
3) Quali attività ha svolto in quei momenti come autorità di Protezione civile?

 

Nel riscontrare la presente interrogazione La invito a rispondere riportando gli estremi di protocollo e data degli atti nonché degli eventuali provvedimenti amministrativi adottati dal Comune di Senigallia e a trasmetterne copia.

 

Distinti saluti.

 

Risposta

In riferimento alla nota in oggetto con la quale chiede informazioni in merito all'attività del COC in occasione dell'allerta meteo dell'11 maggio 2019 comunico quanto segue.

Per quanto concerne il messaggio di allertamento n. 22/2019 dell'11.05.2019 valido dalle 00.00 del 12.05.2019 alle 24.00 del 13.05.2019 con livello di allerta arancione per la criticità idraulica e idrogeologica, e allerta gialla per la criticità temporali, il Sindaco ha attivato la procedura della fase di attenzione.

La fase di attenzione, così come previsto dalla DGR 148/2018 non implica l'apertura del COC ma l'attivazione del sistema.

La Sala Operativa Comunale di Protezione Civile è stata aperta e operativa per tutta la durata della allerta arancione prorogata con il messaggio di allertamento n. 23/2019 del 13.05.2019 valido dalle 00.00 del alle 24.00 del 14.05.2019.

L'attivazione della S.O.C. è stata comunicata alla SOUP, alla Prefettura alla CRI, ai VVFF e alle forze dell'ordine.

Le attivazioni effettuate possono essere verificate nella piattaforma regionale Cohesion “Monitoraggio azioni intraprese”. La Regione ha attivato tale procedura per verificare le attivazioni dei singoli Comuni per ogni allerta.

I responsabili delle funzioni di supporto del COC sono state informate attraverso un sistema di messaggistica ed è stato loro richiesto di comunicare eventuali situazioni in atto sul territorio da controllare e di rimanere sempre raggiungibili telefonicamente e pronti ad intervenire.

La SOC, la Funzione 1 ed i Sindaco sono rimasti costante,mente in contatto e periodicamente sono state effettuate delle chiamate alla SOUP per avere aggiornamenti sull'evoluzione meteo della perturbazione.

Le attività svolte dal sistema di protezione civile sono state le seguenti;
- verifica delle funzionalità dei sistemi di comunicazione;

- verifica della disponibilità dei mezzi e degli uomini (sistema di reperibilità);
- avviso al Gruppo comunale e alle associazioni di Protezione Civile che hanno organizzato un sistema di turni di reperibilità;
- contatto diretto con la SOUP regionale per informazioni sullo scenario locale;
- attivazione messaggistica con tutte le Funzioni di Supporto del COC, contatti telefonici con il Gruppo ristretto del COC e con i responsabili degli uffici comunali per attivazione di controllo su scarichi a mare, fossi di competenza comunale e strade;
- comunicazione alla popolazione attraverso i media e le pagine ufficiali del Comune di Senigallia;
- monitoraggio di alcuni punti critici del territorio; - attivazione dei volontari per il monitoraggio;
- emanazione dell'ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per il giorno 13.05.2019;
- azioni volte alla pulizia dei tombini e di tratti di corsi d'acqua del reticolo idrografico minore di competenza comunale.

è sempre rimasto nella fase di attenzione, il passaggio alla fase di pre-allarme ha riguardato lo stato della Regione Marche a partire dalle ore 18.00 del 12.05.2019.

Gli effetti della perturbazione sul territorio del Comune di Senigallia non hanno determinato particolari e quindi non è stato necessario passare alla fase di pre-allarme.

 

Distinti saluti.