Senigallia Atto

Chiusura bagni palestra Pascoli - cons. Beccaceci

Interrogazione del Consiglio Comunale del 16 ottobre 2020

Presentazione
Discussione
16.10.2020
  • 28.10.2020
  • risposta
    (in 12 giorni)

Proponenti

 

Da cinque giorni una società sportiva senigalliese si trova costretta a non poter utilizzare i bagni della palestra della scuola Pascoli. Problematica seria e delicata che coinvolge l'attività sportiva di tanti giovani e dei loro istruttori e che purtroppo va ad aumentare le tante difficoltà legate alle ristrette normative a cui le società sportive devono fornire una risposta. Pertanto, chiedo a Lei e all'assessore allo sport di esporre le ragioni per le quali si sta tergiversando nel dare una risposta a tale società sportiva visto che il problema è emerso lunedì, ma soprattutto, perché si sta attendendo cosi tanto nel trovare una soluzione quando basterebbe riconsegnare le chiavi a tale società e ripristinare le normali funzionalità dell'impianto. Oltretutto, tale inaccessibilità va a creare un'ulteriore problematica: l'impossibilità di accedere all'acqua dei bagni non permette una corretta sanificazione della palestra stessa, azione fondamentale in questo periodo caratterizzato da notevoli criticità.

 

Cordialmente.

 

Lorenzo Beccaceci

 

Risposta

  • Riccardo Pizzi
    Vice sindaco, Assessore con delega a istruzione, cultura, partecipazione, sport
    Monitorato da 2 cittadini

 

La palestra della scuola Pascoli è ubicata nel seminterrato dell'edificio, nello stesso luogo dove sono ospitati anche alcuni locali destinati alla refezione scolastica. I bagni sono utilizzati dagli alunni che accedono ai servizi di mensa e ciò comporta una promiscuità ragione di comprensibile apprensione da parte delle autorità scolastiche. 

 

Per altro, seppur per una questione diversa, il 29 settembre scorso il Direttore del Servizio Igiene e Sicurezza Ambienti di Vita dell'Area Vasta 2 in relazione alla condivisione di spazi tra alunni e soggetti esterni scriveva: "Ciò appare in contrasto con quanto riportato nel Verbale n. 82 della riunione tenuta presso il Dipartimento della Protezione Civile il 28 maggio 2020 nel quale nel punto riguardante le Misure organizzative generali è specificato: "Dovrà essere limitato l'uso dei locali della scuola esclusivamente alle realizzazione di attività didattiche". 

 

Tenuto conto della situazione epidemiologica, e della conseguente legittima preoccupazione, l'Istituto ha ritenuto di separare l'area ad esclusivo uso degli alunni da quella dove accedono i fruitori della limitrofa palestra. 

 

Va infine sottolineato che la delicatezza della questione dal punto di vista della salute e della sicurezza delle persone è testimoniata dalla decisione assunta dal Governo che con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 ottobre corrente ha deciso di sospendere tutte le attività sportive sino al prossimo 24 novembre. 

 

Distinti saluti.