Senigallia Atto

Sistemazione della rotatoria di fronte all’uscita dell’Autostrada di Senigallia

Mozione del Consiglio Comunale N° S-SG/2018/202 del 31 gennaio 2018

Presentazione
Approvazione
31.1.2018

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 6 
Seduta del 31/01/2018
OGGETTO:	MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE SENIGALLIA BENE COMUNE AD OGGETTO: SISTEMAZIONE DELLA ROTATORIA DI FRONTE ALL’USCITA DELL’AUTOSTRADA DI SENIGALLIA
L’anno duemiladiciotto addì trentuno del mese di gennaio alle ore 15:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-14 Paradisi Roberto*-2 Beccaceci Lorenzo *-15 Pedroni Luana*-3 Bedini Mauro*-16 Perini Maurizio*-4 Brucchini Adriano*-17 Pierfederici Mauro*-5 Canestrari Alan*-18 Profili Vilma*-6 Da Ros Davide*-19 Rebecchini Luigi*-7 Fileri Nausicaa-*20 Romano Dario*-8 Giuliani Ludovica*-21 Salustri Maurizio*-9 Gregorini Mauro*-22 Santarelli Luca*-10 Mandolini Riccardo-*23 Sardella Simeone*-11 Mangialardi Maurizio*-24 Sartini Giorgio*-12 Martinangeli Stefania*-25 Urbinati Sandro*-13 Palma Elisabetta*-T O T A L E     P R E S E N T I    N° 23

 Alam Mohammad ShafiualConsigliere Straniero Aggiunto*- Becka MaksimConsigliere Straniero Aggiunto*-
Sono altresì presenti gli assessori: Bomprezzi Chantal, Bucari Simonetta, Campanile Gennaro, Girolametti Carlo, Memè Maurizio, Ramazzotti Ilaria
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Romano Dario nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Vice Segretario Comunale Dott. Mirti Paolo
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Pedroni Luana; 2° Santarelli Luca;  3° Palma Elisabetta .

Il Presidente del Consiglio ROMANO enuncia l’argomento iscritto al punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE SENIGALLIA BENE COMUNE AD OGGETTO: SISTEMAZIONE DELLA ROTATORIA DI FRONTE ALL’USCITA DELL’AUTOSTRADA DI SENIGALLIA e concede la parola al Consigliere Sartini per la relazione introduttiva.

Il Consigliere SARTINI (Senigallia Bene Comune): questa mozione vuole portare in Consiglio comunale il problema dello stato della rotatoria di fronte all’uscita dell’autostrada di Senigallia. L’immagine che questa dà è di una città in stato di degrado e non di una città pronta ad accogliere i turisti. In ogni situazione il primo impatto che riceviamo rimane impresso nella nostra mente e per una città turistica è importantissimo dare l’immagine di essere una città accogliente, pulita ed ordinata. La rotatoria antistante il casello autostradale non dimentichiamolo è il primo impatto per ogni turista che giunge a Senigallia tramite l’autostrada. La scritta benvenuto in più lingue stimola sensazioni positive nella mente del turista ed è per tale motivo che la maggior parte delle città turistiche di mare e di montagna hanno già in essere rotatorie con scritte di benvenuto. La mozione affronta anche il problema di non incidere sul bilancio comunale con i costi della realizzazione della manutenzione di una simile opera proponendo un bando per tecnici ed aziende del territorio che vogliono sobbarcarsene l’onere e l’onore. La mozione prospetta pertanto al Sindaco e alla Giunta di indire un concorso tra gli studi di architettura e di professionisti del territorio, senza alcun premio in denaro, per creare un progetto per la rotatoria, dare in comodato d’uso ad un’azienda il terreno della rotatoria per farsi pubblicità ed in cambio l’azienda a proprie spese senza versare alcun contributo al Comune dovrà curare il terreno ed eseguire il progetto in collaborazione con lo studio o il professionista che lo ha redatto. Far comparire nella rotatoria oltre a nome dell’azienda anche il nome dello studio o del professionista vincitore del progetto.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: apriamo la discussione.

Il Consigliere SARDELLA (PD): a me sembra un po’ troppo puntuale come mozione nel senso che indubbiamente l’area necessita di una sistemazione, l’attuale uscita del casello autostradale non è decorosa per una città turistica come Senigallia, questo penso che sia evidente. La necessità della sistemazione delle rotatorie, ma ce ne sono tante di rotatorie che devono essere sistemate, penso a tutte le nuove rotatorie della complanare, la rotatoria di ingresso a sud della città, quindi si potrebbe ad esempio pensare ad una mozione molto più generica che impegna l’Amministrazione a valutare di concedere questi spazi, le rotatorie, a soggetti privati senza entrare nel dettaglio delle modalità, della nomina dell’ingegnere, del professionista, sono aspetti tecnici che ritengo non competano al Consiglio comunale, quindi al di là della condivisione di massima di quello che è l’obiettivo che volete perseguire con questa mozione, c’è però una difficoltà proprio di carattere oggettivo che mi fa ritenere questa mozione così com’è non votabile. Dopodiché ci sarebbe molto da discutere su quell’area, non solo la rotatoria di uscita del casello autostradale ma tutta l’area Cityper, quindi Borgo Molino, la rotatoria del casello è un’area che presenta, e non è solo un aspetto di decoro, la rotatoria ad esempio di Borgo Molino è decorosa, viene curata, ci sono le statue degli sportivi, quindi quella è certamente più decorosa ma è un’area che presenta grosse criticità per quanto riguarda la mobilità alternativa a quella veicolare, quindi pedoni e ciclisti che non sono assolutamente in sicurezza ma questo è un altro discorso. Io penso che dare un indirizzo molto più generico sull’affidamento ad esempio di tutte le rotatorie cittadine a soggetti privati potrebbe anche essere utile, così come formulata francamente non la ritengo proprio di competenza di questo Consiglio una cosa così dettagliata che arriva addirittura a disciplinare il conferimento di incarichi a professionisti.

Si dà atto che esce il Consigliere santarelli: Presenti con diritto di voto n. 22.

Il Consigliere PALMA (Movimento 5 Stelle): per quello che è a nostra conoscenza già in diversi comuni sono stati affidati non dico dei bandi di gara, sono stati realizzati dei progetti a cui possono partecipare sia le scuole che i privati cittadini con progetti denominati a vario titolo ma insomma quello che ricorre generalmente è adotta il verde pubblico, quindi per esempio partendo dal suggerimento che ritengo meritorio di questa mozione si potrebbe magari pensare, adesso chiedo anche al proponente consigliere Sartini eventualmente pensare a un emendamento per poter accedere a queste ulteriori modalità che secondo me sono assolutamente importanti primo perché la città è di tutti ma questo deve essere non un vuoto slogan, ma deve essere favorita la partecipazione dei cittadini al decoro e al bello della propria città. L’idea eventualmente di far partecipare con dei progetti anche le scuole superiori, penso per esempio al nostro istituto tecnico, per esempio la scuola per geometri, potrebbero esserci varie modalità che potrebbero essere prese in considerazione per il decoro urbano ma anche per la crescita formativa e professionale dei nostri ragazzi.

Il Consigliere SARTINI (Senigallia Bene Comune): quanto ha detto il Consigliere Sardella è condivisibile nel senso che questo potrebbe essere ripetuto un po’ per tutte le varie rotatorie. La mozione ha preso spunto dalla rotatoria primaria che ho individuato perché quando i turisti arrivano a Senigallia non in treno ma tramite autovettura il primo impatto che vedono, quindi la prima impressione che hanno di Senigallia è di una città non molto mantenuta in modo adeguato perché vedendo com’è tenuta quella rotatoria che di tutte quelle che ci sono, anche rispetto alla successiva subito prima di Borgo Mulino è quella messa in condizioni peggiori. Poi sono sceso nei particolari perché? Perché siccome il bilancio è sempre sacro e inviolabile, non ci sono i soldi, ho dato due suggerimenti: quello di rivolgersi a uno studio o come ha detto adesso la consigliera Palma si potrebbe anche sentire la scuola per geometri se vuole realizzare un progetto per fare uno studio di abbellimento della realtà per renderla accattivante all’occhio quando esce e quindi ho dato delle modalità pratiche che possono essere replicate per qualunque rotatoria di Senigallia, però io reputo questa rotatoria il biglietto da visita della città perché se noi andiamo al Ciarnin a vedere la rotatoria all’uscita della complanare, fatta non bene ma diciamo male per come è stata realizzata perché si poteva fare molto meglio dal punto di vista dell’impatto visivo, però è limitata a un’area, non è al centro della città per quelli che vogliono venire a Senigallia come località turistica, quindi ci siamo limitati a suggerire questo che poi può essere replicato poi per qualunque rotatoria di Senigallia basta che si trovino degli sponsor che vogliono farsene carico. Il senso della mozione è individuare una modalità che non abbia costi sul bilancio comunale quindi che non impegni l’Amministrazione sia per la redazione che per il futuro a farsi carico economicamente della gestione e individuare il miglior progetto, non a commissionare un progetto perché poi sarebbe quello una tantum punto e basta, di fronte a più teste, più progetti, scegliere quello che si reputa più valido come Amministrazione e vedere qual è la ditta che lo vuole portare avanti, sempre che si trovino queste disponibilità non è detto che ci siano ma io penso che di gente che ama Senigallia e che ha voglia di farsene carico ci siano, ma anche aziende che abbiano voglia di fare un investimento importante per ritrovare un ritorno loro di pubblicità e anche abbellire la nostra città, certo il doppio scopo per l’azienda è questo, per lo studio lo stesso e noi ci avvantaggeremo non avendo spese e avendo un’immagine turistica sicuramente migliore. Non ci sono altre finalità su questo, quindi se era fossilizzato alla rotatoria che c’è all’uscita dell’autostrada perché è quella che nell’arco dell’anno è sempre messa peggio di tutte le altre e quindi di conseguenza andrebbe bene abbellita e resa adatta alla vocazione turistica della città. Questo è lo spirito poi se ci sono problemi che si vuole modificarla è emendabile come volete, l’importante è coglierne lo spirito, vogliamo fare in modo che le aziende e gli studi tecnici o di Architettura si rendano disponibili ad abbellire le nostre rotatorie e rendere più bella la nostra città votiamola altrimenti non la votiamo favorevolmente e quindi la bocciamo, la mia proposta l’ho fatta, mi sembra abbastanza lineare e trasparente, va nel senso di rendere più appetibile e più bella la nostra città.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: non vedo altri interventi quindi chiudiamo la fase di discussione generale. Dichiarazioni di voto.

Il Consigliere MARTINANGELI (Movimento 5 Stelle): ritengo di dover esprimere il mio parere comunque favorevole perché l’intervento sarebbe necessario, sarebbe quindi da trovare qualche persona di buona volontà e in particolare avrei gradito se l’emendamento del Movimento 5 Stelle fosse stato accolto, cioè nel senso di dire se le scuole potevano essere coinvolte nel poter proporre qualche soluzione per l’area specifica, secondo noi sarebbe stata una perfetta integrazione della mozione presentata. Comunque ritengo di esprimere parere favorevole perché ciò che chiede il Consiglio comunale al Sindaco è di prospettare delle ipotesi per poter gestire la questione, quindi voterò favorevole.

Il Consigliere REBECCHINI (Unione Civica): io considero come il Consigliere Sardella questa mozione molto precisa, puntuale, nel senso che è definita, direi quasi un progetto, non va bene doveva essere più generica anche perché per esempio un’altra possibilità potrebbe essere anche un’azienda privata che propone un progetto perché no? Questo invece no, deve essere l’incarico al progettista che poi dobbiamo mettere il nome e cognome, non va bene e poi poteva essere concordo generalizzata a tutte le rotatorie e comunque non può essere così precisa puntuale con una definizione, invece prospettando magari soluzioni più aperte la mozione poteva senz’altro essere approvata, in questo modo il mio voto è contrario.

Il Consigliere SARDELLA (PD): voglio precisare dichiarazione di voto contrario ma di carattere tecnico nel senso che lo spirito di rendere la zona più decorosa è assolutamente condivisibile ma chiaramente così come è formulata la mozione non è votabile.

Il Consigliere MARTINANGELI (Movimento 5 Stelle): un intervento di ordine procedurale Presidente. Se c’è un punto della mozione su cui qualche consigliere di maggioranza o il Sindaco o altri hanno da ridire non vedo perché non proponete un emendamento per renderlo più generico visto che poi l’intento della mozione a me sembra condivisibile come a voi della maggioranza, non riesco a comprendere questa procedura, esiste la possibilità di intervenire nella mozione per dire questo punto numero 1 mi sembra troppo specifico, al posto di questo punto numero 1 mettiamo che il Sindaco e la Giunta interverranno in modo da coinvolgere chi di dovere per fare questo. Questo invalida un po’ il fatto della dichiarazione di dire che è una cosa condivisibile.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: per chiarire, se non sono intervenuti in quel senso, capisco la critica politica, sono perfettamente consci di quello che si può fare o non si può fare, sia di maggioranza o di opposizione, non sono io a suggerirvi quello che dovete fare perché sennò anch’io avrei detto al consigliere Sartini non faccia una mozione per una cosa del genere ma faccia un’interpellanza, però mi avrebbe detto che il Presidente interferisce, se parliamo di procedura anche questo non è corretto, lo dico in generale.

Il Consigliere MARTINANGELI (Movimento 5 stelle): io stavo eccependo questa cosa, dicevo se la procedura dice che se una mozione non va bene si può fare un emendamento perché la maggioranza quando la mozione è della minoranza dice sempre no? È condivisibile forse il principio ma poi è troppo tecnica la respingiamo, questo mi sa un po’ di contraddizione perché la procedura lo permette di modificarla la mozione e di collaborare perché non è solo la minoranza che deve collaborare con la maggioranza e lo fa quando ci sono gli intenti positivi, perché votiamo anche a favore delle mozioni di maggioranza e delle delibere di maggioranza quando ci sono gli intenti comuni che riteniamo per il bene pubblico, però questo non succede l’inverso mai, quindi non ce la raccontate.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica,  la mozione iscritta al punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari che viene respinta con 4 voti favorevoli, 16 contrari (Angeletti, Beccaceci, Bedini, Brucchini, Canestrari, Giuliani, Gregorini, Mangialardi, Pedroni, Pierfederici, Profili, Rebecchini, Romano, Salustri, Sardella, Urbinati), nessuno astenuto, 2 presenti non votanti (Paradisi, Perini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

      

Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il Vice Segretario Comunale
	F/to Romano Dario	F/to  Mirti Paolo

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 10 agosto 2018 al 25 agosto 2018 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 27 agosto 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 21 agosto 2018, essendo stata pubblicata il 10 agosto 2018
Lì, 22 agosto 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,