Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 50 del 21 marzo 2019

Precedente | Successiva

VARIAZIONE DI BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO ARMONIZZATO 2019/2021 AI SENSI DELL'ART. 175 DEL D.LGS. N. 267/2000.

  • Campanile, Gennaro
    Assessore con delega a risorse finanziarie e patrimoniali, sviluppo economico e commercio
    Monitorato da 17 cittadini
L’Assessore CAMPANILE: la proposta che oggi arriva in Consiglio comunale è la variazione di bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019 – 2021. Questa variazione si è resa necessaria perché sono stati attribuiti ai comuni quella quota di ristoro IMU TASI, quindi come contributo di ristoro che attendevamo in prima battuta in sede di stabilità ma che non era presente e oggi cogliamo con favore questo ristoro. È un ristoro parziale, non più come avveniva prima perché tra l’altro anche le modalità sono cambiate, ma come primo punto che possiamo approfondire in questa proposta, ringrazio il Presidente della Commissione Santarelli per aver portato puntualmente a disposizione dei commissari in approfondimento ma anche tutti i commissari che comunque in Commissione insieme al dirigente Filonzi hanno avuto modo di approfondire i moduli ma soprattutto anche la sintesi della variazione di bilancio che anche questa volta abbiamo voluto consegnare ai commissari per comprendere la portata di questa variazione in maniera chiara esplodendo i vari capitoli e soprattutto avendo tutto il materiale a disposizione nei tempi necessari, quindi valutando gli equilibri di bilancio, valutando le competenze, gli schemi e anche tutti gli allegati che compongono questa delibera. Inoltre comunico che è arrivato il parere dei revisori dei conti che è stato consegnato a tutti i Commissari e Consiglieri, un parere favorevole da parte del Presidente Marina pittori e dei Consiglieri Calafiore e Tommasini quali Revisori dei Conti che con il loro parere ritengono che ci siano, in questa variazione di bilancio, i requisiti di congruità coerenza ed attendibilità e quindi alleghiamo a questa pratica che abbiamo avuto modo di approfondire in Commissione anche il parere dei Revisori dei Conti favorevole e annunciamo, oltre un emendamento che non abbiamo avuto modo di approfondire in Commissione perché con questo emendamento che si rende necessario perché nella competenza del 2019 abbiamo avuto finalmente il contributo in parte capitale riconosciuto dal CONI di 490.000 euro finalizzato al rimborso di quelle spese che il Comune di Senigallia ha sostenuto per gli interventi di adeguamento dello stadio Bianchelli, quindi l’erba sintetica che si è realizzata e quindi il nuovo campo di ultima generazione già consegnato alle nostre società sportive di calcio e già fruito viene sostanzialmente rimborsato grazie all’azione che il nostro Sindaco e i nostri uffici hanno presentato partecipando a bandi ma soprattutto grazie al CONI che ci ha riconosciuto la bontà di questo intervento. L’emendamento riguarda una nuova entrata, oltre a quella del ristoro IMU TASI che ora approfondiremo insieme, anche 490.000 euro legato all’intervento di adeguamento dello stadio Banchelli. Queste risorse saranno utilizzate in particolar modo per una manutenzione straordinaria e un consolidamento delle nostre strade comunali per 325.000 euro e alcune risorse saranno stanziate per una manutenzione straordinaria degli impianti sportivi, del verde pubblico ma anche di contributi alle associazioni, in particolar modo penso ai 5000 euro che riconosceremo alla Protezione Civile per poter espletare quelle azioni necessarie ai piani di sicurezza per i nostri eventi estivi che ogni anno aumentano e ogni anno hanno maggiore necessità di attenzione e di presenza di volontari ma anche di professionisti che garantiscano la sicurezza nei nostri contenitori culturali e nelle nostre piazze. L’emendamento che sarà distribuito, se non è stato ancora distribuito, riguarda un’entrata ulteriore di 490.000 euro legato appunto al contributo CONI per le spese sostenute per il campo in erba sintetica dello Stadio Bianchelli. Dicevo che la variazione di bilancio si compone in particolar modo di tre tematiche: la prima mette in entrata un contributo quale fondo di ristoro IMU TASI questa volta suddiviso in due componenti, una quota di 556.327,17 che viene concessa a tutti i Comuni dal 2019 al 2033, quindi viene confermata una parte di queste risorse che comunque sono degli enti locali ricordando a tutti che anche per il 2019 l’IMU e la TASI sulla prima casa non viene pagata e quindi proprio a recupero di queste risorse che i Comuni non hanno più lo Stato riconsegna non più totalmente chiaramente la parte mancante ma una parte. Il Governo nazionale ha offerto 190 milioni di euro per distribuirli ai Comuni, comunque un minor gettito rispetto al passato, ricordo l’anno scorso era di 320 milioni, comunque la novità è che vincola questi 556.000 euro, queste risorse che entrano in tutti i Comuni per piani di sicurezza a valenza pluriennale che devono essere finalizzati esclusivamente a strade, a scuole e ad altri impianti pubblici, quindi suddividono intanto la quota che prima era completamente a disposizione dei comuni in due componenti, una parte in questo caso di 556.000 euro che viene confermata fino al 2033 che riguarda investimenti destinati esclusivamente per piani di sicurezza e un’altra componente, di 322.000 euro nel caso di Senigallia, che viene concessa solo per il 2019, mentre negli altri anni la concessione era unica e veniva confermata anche per più anni. Per il 2019 comunque avremo anche questa quota di 322.000 euro per spesa corrente che avremo la libertà di utilizzarla per le spese e il totale del ristoro IMU TASI per il Comune di Senigallia è di 878.411 euro che si aggiunge alle risorse che in fase di bilancio che abbiamo approvato il 20 di dicembre 2018 si aggiungono per rafforzare quelle linee strategiche che l’Amministrazione comunale sta portando avanti e porta avanti con questi bilanci che come sapete non sono più di un anno ma sono triennali, quindi parliamo di bilanci previsionali 2019 - 2021 e così avremo la necessità, attraverso questo contributo di modificarlo. La seconda tematica che troviamo in questa variazione di bilancio, la seconda parte diciamo che è negativa rispetto a quello che i Comuni si attendevano, è che l’8 per mille, questa maggiorazione TASI, è solo per il 2019 mentre la legge di bilancio prevedeva 2019 – 2020, quindi siccome la maggiorazione dell’8 per mille della TASI per il Comune di Senigallia equivale a un importo di 1.221.000 euro che sarà questa volta assegnato al momento solo per il 2019, ci auguriamo magari che la prossima legge di stabilità faccia recuperare queste risorse, però al momento con la legge del 2012 - 2019 che ha tra l’altro convertito il DL 135/2018 vede una riduzione di risorse di 1.221.000 euro per il 2020 e quindi conseguentemente avendo il bilancio una previsione triennale siamo dovuti intervenire riducendo i capitoli per il 2020. I due commi che segnalano l’attribuzione di queste risorse sono l’articolo 1 comma 892 della legge 145 del 2018 quello che equivale a 556.000 euro e invece il comma 1 895 bis della legge 145 del 2018 che come vi dicevo in questo caso è senza vincolo di destinazione che richiama appunto queste risorse attribuite al Comune di Senigallia. Altri elementi li abbiamo definiti attraverso questa sintesi che abbiamo voluto consegnare ai commissari, una sintesi chiara che prevede appunto delle modifiche alle annualità 2020 – 2021, in questo caso appunto della spesa corrente che viene a mancare, dell’IMU TASI 8 per mille che viene a mancare per 1.200.000 euro per il 2020 e poi abbiamo avuto modo anche attraverso questa variazione di modificare dei piccoli capitoli tecnici riguardo i contributi, riguardo i piani di emergenza per eventi, riguardo gli appalti in essere, riguardo alle utenze che abbiamo in qualche modo definito anche in Commissione e chiarito per raggiungere quegli obiettivi che l’Amministrazione comunale anche per il 2019 vuole raggiungere. La parte di incremento degli stanziamenti porta ad una spesa di parte capitale che vedrà degli interventi ulteriori rispetto a quelli già in essere, come era già stato annunciato in sede di bilancio previsionale l’intervento del Lungomare Italia del nuovo manto stradale così come quello del cavalcavia che va da via Po fino a Strada delle Grazie e così come appunto quello già annunciato di anche in sede di interrogazione dal mio collega assessore Monachesi rispetto a un’ipotesi di sistemazione e riqualificazione e consolidamento anche del dell’istituto scolastico Puccini. La variazione è tutta qui, ci sono anche qui luci e ombre, ci auguriamo che la legge di stabilità 2019 - 2020 possa riconfermare e riconsegnarci anche quelle risorse che al momento per il 2020 non ci sono ma ci auguriamo appunto che come è accaduto con questo ristoro IMU TASI possiamo anche riavere quelle risorse che al momento non sono presenti per le prossime annualità.