Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 45 del 30 ottobre 2018

Precedente | Successiva

APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO PER L’ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI, DEL DIRITTO DI ACCESSO CIVICO E GENERALIZZATO E DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DEI CONSIGLIERI COMUNALI

Il Consigliere SARTINI (Senigallia Bene Comune): per approfondimento a quanto detto dal Consigliere Paradisi. Volevo far notare che la nostra prerogativa di avere diritto alle informazioni, almeno le mie, non so a quelle degli altri Consiglieri qui in Aula, viene spesso meno e quando io ho fatto questa richiesta di non limitare l’accesso ai Consiglieri un giorno sì due no un altro sì per poter avere delle informazioni urgenti era motivato dal fatto che se io voglio una documentazione perché mi serve per capire cosa è successo devo poterlo avere in tempi abbastanza brevi, questo non succede. Porto un caso eclatante che è successo in quest’aula di Consiglio comunale quando c’è stato il dottor Mirti che ha relazionato sugli impianti sportivi, sulla relazione fatta da Sinibaldi, gli ho chiesto durante quell’incontro come mai la reazione di Sinibaldi non è completa, perché c’è solamente una struttura e non tutte quelle cui lei ha richiesto di avere consapevolezza se è una struttura a rilevanza economica? Mi ha detto perché me l’ha mandata urgentemente, l’altra adesso entro dieci giorni arrivano e te le mando. Da quella data sono passati quattro mesi, gliel’ho sollecitato due volte, tutte le volte che mi vede mi dice adesso lo sollecito, circa 8 10 giorni fa mi ha detto è arrivata, te la mando domani, ancora me la deve mandare. Non è possibile che un dirigente si comporti così e possa rimanere senza provvedimenti nei suoi confronti perché se deve fare una certa attività e rispondere alle richieste di un Consigliere, anche se di opposizione, deve rispondere. La stessa cosa gli ho chiesto un documento indicando il titolo del documento e la data in cui è venuto al protocollo, mi ha mandato la prima pagina, un documento di 40 pagine, sempre dieci giorni fa gli ho detto che doveva rimandarmelo per intero e finirla con questi giochetti, ancora devo averlo, non è possibile che un dirigente che si comporta così poi alla fine prende premi di produzione per il raggiungimento degli obiettivi. Quali obiettivi? Non lo so, di pallone? Di ferie? Il motivo diciamo per cui per me è importante far capire che il diritto del Consigliere di avere l’accesso pressoché illimitato come previsto dal TUEL qua e là non può essere condizionato a giorni alterni e se gliene va o meno il dirigente di rispondere e di mandare i documenti, il dirigente deve trasmettere nei termini stabiliti dal regolamento comunale quello che è stato richiesto dal Consigliere ma non quello che vuole lui, una parte sì una parte no, è un atto gravissimo che bisogna correggere attraverso questo regolamento, l’ho chiesto due volte e tutti quanti si sono scandalizzati, come si fa a sanzionare il dirigente? Si sanziona, dalla seconda o terza volta gli togli il premio di produttività o per i progetti obiettivi. Noi limitiamo pure l’accesso ai Consiglieri e quando sarà il momento io consigliere d’opposizione chiederò espressamente l’intervento delle forze pubbliche per poter avere quei documenti e se da quando esce questo Regolamento non viene applicato alla lettera contestualmente e se avrò bisogno anche al di fuori dei giorni stabiliti, vi informo subito.