Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 45 del 30 ottobre 2018

Precedente | Successiva

MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE SENIGALLIA BENE COMUNE AD OGGETTO: "ATTUAZIONE ART. 12 COMMA 2 DELLA LEGGE REGIONALE N. 1/2014"

Il Consigliere SARTINI (Senigallia Bene Comune): volevo sottolineare che quello che ho letto e mi spiace che leggo sempre velocemente perché il tempo è sempre tiranno, avevo detto che nella Commissione di giovedì 26 luglio il Segretario comunale non ha preso la parola perché era stato convocato per discutere un altro argomento e quindi non aveva preparato nulla per la risposta a quello però ne ha parlato il giorno 25 settembre con la presenza anche del Comandante dei Vigili Urbani Brunaccioni e siamo arrivati alla fine della Commissione, dopo le sue motivazioni esposte, a un dibattito e il Presidente della Commissione ha chiesto se consideravamo approfondito l’argomento. Approfondito l’argomento è stato espresso parere favorevole quindi non vuol dire che erano state accolte le motivazioni del Segretario, vuol dire che se ne era discusso in modo approfondito, le posizioni erano rimaste lontane e quindi oggi ci ritroviamo in Consiglio comunale a discutere questa mozione. Un’altra cosa che mi piace sottolineare è che il Consiglio dei ministri, come ha detto il Sindaco, non è che fa fatica a dare una risposta, assolutamente, il Consiglio dei Ministri cammina in punta di piedi a causa del decentramento amministrativo che è stato operato, quindi quando la dirigente Annamaria Ambrosini dice preme preliminarmente sottolineare che questo ispettorato non ha funzioni consultive, vuol dire non è che io do dei pareri in merito alla vostra richiesta, non è nel nostro scopo, nel nostro fine né tanto meno interpretative delle norme vigenti, esplicita ancora, dice ma interviene per ritardi, aggiungo io sull’applicazione delle disposizioni vigenti, o irregolarità segnalate su procedimenti amministrativi, cioè questo dirigente interviene a livello ispettivo sulla mancanza di corrispondenza tra quali sono gli atti amministrativi all’interno degli enti locali, provinciali e regionali rispetto alle norme, cioè se non è stata applicata correttamente anche su segnalazione interviene e fa sì che si ripristini il tutto. La nostra era una richiesta, se mandiamo una segnalazione per rimettere in linea in base alle norme vigenti, la posizione di Senigallia chiaramente sarà costretta a rimuovere il Segretario perché qui l’ha detto, non è che non l’ha detto, l’ho letto prima, nel ribadire che non esiste nessuna figura amministrativa interposta tra sindaco e polizia municipale, quindi non ci può essere un dirigente amministrativo, un dirigente che è un UPG ci può essere. Volete provare a modificare? Provate io non dico di no, però da oggi questa funzione deve cessare perché non è nel rispetto anche della risposta che ci ha dato il Ministero ma che è una risposta in base alle norme vigenti non è una risposta non data come ha detto il Sindaco, la risposta è chiarissima, poi se uno non la vuole interpretare non la interpreta correttamente, ma qui ti ha detto non è possibile avere una figura amministrativa tra Sindaco e il corpo della polizia. Io altro non posso aggiungere perché mi sembra di essere stato abbastanza chiaro, non vorrei arrivare a scrivere per far intervenire direttamente il corpo ispettivo però bisogna trovare una soluzione al problema urgentemente. Si dà atto che entra il Consigliere Urbinati: Presenti con diritto di voto n. 24.