Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 49 del 14 febbraio 2019

Precedente | Successiva

INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

Il Consigliere SARTINI (Senigallia Bene Comune): questa interrogazione parte dalle osservazioni che ci hanno fatto alcuni cittadini residenti sul litorale nord di Senigallia. Premesso che è giusto che Senigallia ospiti manifestazioni che diano visibilità alla città è altrettanto scontato, ma è necessario ribadirlo, che ogni manifestazione deve avvenire con il rispetto di tutte le vigenti leggi ed in maniera tale da rispettare i cittadini e senza intaccare la natura. Tali manifestazioni poi devono svolgersi dall’inizio dei lavori per l’allestimento di quanto necessario sino al relativo smontaggio tenendo conto dei diritti di terzi ad iniziare dai cittadini residenti nell’area. È illogico e irrispettoso che ai cittadini, i quali reclamano in modo pacato e preciso, si risponda di andare a dormire in albergo. Richiamate la recente manifestazione di motocross avvenuta sul litorale di Senigallia, la Festa Hawaiana che occupa la spiaggia per ulteriori cinque giorni rispetto all’Xmasters, la concessione allo svolgimento dei matrimoni in spiaggia sullo stesso tratto di litorale; considerato che sono pervenute lamentele per scarsa pulizia quotidiana dei bagni chimici quando presenti unitamente al loro inadeguato posizionamento essendo troppo visibili dalla strada e troppo vicini alle abitazioni, si sono avuti inconvenienti creati da assenza di controllo per prevenire condotte disdicevoli da parte di persone ubriache in particolare nelle ore notturne, non vi sono mai stati controlli da parte degli enti autorizzati nonostante le richieste avanzate dai residenti sui livelli altissimi della musica, alcune manifestazioni avvengono sempre negli stessi luoghi da decenni in particolare lungo la spiaggia nord e quest’anno si è aggiunto anche il beach-cross. Tanto premesso e richiamato il sottoscritto consigliere rivolge al Sindaco in qualità di assessore al turismo e allo sport la presente interrogazione ponendo la seguente domanda: è possibile utilizzare anche altre aree di spiaggia libera ugualmente idonee applicando un principio di rotazione annuale, biennale, triennale così da ridurre l’impatto sui residenti e sull’ecosistema ambientale? È possibile valutare un’alternanza con altri luoghi e in particolare se non densamente abitati con maggiore attenzione per il lungomare? Per gli eventi futuri è il caso di prescrivere agli organizzatori degli eventi di pulire quotidianamente a seconda delle necessità i bagni chimici e comunque almeno quattro volte al giorno, la mattina presto, all’ora di pranzo, a metà sera e dopo cena con orari da concordare di volta in volta? È opportuno chiedere alle forze dell’ordine di aumentare i controlli nelle zone ove sono previste le manifestazioni a seconda del livello di probabilità che la tipologia di eventi implichi la presenza di giovani e di alcol e di coordinarsi tra loro per garantire una copertura continua della zona interessata? È infine opportuno chiedere all’ARPAM di condurre controlli costanti durante le manifestazioni che prevedono l’uso di musica?