Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 61 del 04 aprile 2013

Precedente | Successiva

Interrogazioni e Interpellanze

Il Consigliere REBECCHINI (Gruppo Misto): “Buonasera a tutti. La mia interpellanza è rivolta all’Assessore Campanile e riparlo di amianto, assessore.

Faccio un brevissimo excursus su questa questione. Già nel maggio 2008 il consigliere Mancini ha proposto in Consiglio comunale, che allora approvò all’unanimità, una mozione che prevedeva un censimento dei manufatti di amianto nelle proprietà private da far seguire con un progetto di bonifica o eliminazione proprio per offrire un riferimento certo ai cittadini. Nulla è stato fatto nella precedente Amministrazione. Nell’ottobre 2010 una nuova mozione nostra, abbiamo proposto ancora con il consenso di tutto il Consiglio comunale, nuovamente il censimento impegnando la Giunta ad un progetto sul territorio. I mesi però trascorrevano e nulla avveniva e l’anno scorso abbiamo chiesto che la questione venisse portata in Commissione.

Nel gennaio dell’anno scorso si è svolta questa Commissione. La nostra preoccupazione allora non solo è cresciuta, ma si è aggiunta anche una grande amarezza e anche indignazione perché nulla si era fatto. A quella riunione era presente l’Assessore Campanile ed era presente anche il dottor Patrizio Bacchetta che era il responsabile del programma operativo prevenzione dei rischi per la collettività della Regione Marche, il quale aveva anche riferito che la Regione sul progetto del 2007 aveva avviato un monitoraggio al 45% dell’amianto presente negli edifici pubblici e nei fabbricati produttivi, però poi aggiungeva esplicitamente che la Regione Marche non intendeva avviare alcun monitoraggio dell’amianto presente nelle abitazioni private dei singoli cittadini. Quella riunione terminava anche con una certa euforia, ho detto in una successiva interrogazione all’Assessore Campanile, da parte dello stesso assessore perché il responsabile Dottor Bacchetta aveva sì detto che non aveva soldi da impiegare, però si era detto disponibile ad assistere il progetto di Senigallia come progetto pilota. Noi due mesi dopo avevamo interpellato l’Assessore su questa questione e l’assessore ci disse in quella occasione che era compito della Regione e che avrebbe colloquiato con la Regione Marche per questo progetto pilota. Visto che è trascorso un anno le chiedo cosa è stato fatto.”

Si dà atto che entra l’Assessore Curzi.