Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 36 del 27 marzo 2018

Precedente | Successiva

MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MARTINANGELI, PALMA, SARTINI, DA ROS PER L’ANNULLAMENTO IN AUTOTUTELA DELLA DELIBERA N. 93/2017 RECANTE AD OGGETTO: “COSTITUZIONE DELL’UNIONE DEI COMUNI “LE TERRE DELLA MARCA SENONE” FRA I COMUNI DI ARCEVIA, BARBARA, OSTRA, OSTRA VETERE, SENIGALLIA, SERRA DE’ CONTI, TRECASTELLI – APPROVAZIONE DELLO STATUTO E ATTO COSTITUTIVO”

Il Consigliere REBECCHINI (Unione Civica): noi su questa pratica ci asteniamo come Unione civica per essere anche coerenti con il voto di astensione che avevamo espresso durante la discussione della delibera in quest’aula. Noi ci siamo astenuti perché abbiamo considerato criticabile la modalità com’era stata fatta questa unione. Sarebbe stato facile dire no, molto facile, ma noi abbiamo detto no ripeto per come ci è stata presentata ma fortemente sì al principio dell’unione dei comuni, principio accettato, mi pare che trovasse l’accordo anche dello stesso consigliere Sartini che si era espresso a favore dell’Unione dei Comuni. Perché siamo a favore del principio dell’Unione dei Comuni? Perché si tratta o si dovrebbe trattare di una razionalizzazione dei servizi, con una forte razionalizzazione delle spese, far scendere quindi la spesa pubblica, spending review, con un conseguente taglio delle tasse a livello comunale e quindi risparmio da una parte e taglio delle tasse da un’altra parte, questo è il nostro obiettivo. Sulla stampa ho avuto modo di leggere che noi, mi dispiace adesso contraddire il consigliere Da Ros, non ce l’ho con la Lega però sulla stampa ho letto sono rimasto solo a fare opposizione e non è così perché noi abbiamo presentato ben 8 emendamenti, ne prendo qualcuno a caso, otto emendamenti che sono stati tutti bocciati, Da Ros si è astenuto, altri consiglieri dell’opposizione o non hanno partecipato o hanno forse votato anche contro, ho qui il verbale delle votazioni. Un emendamento per esempio era non procedere a nuove assunzioni rispetto alla situazione del personale già esistente presso gli enti, un altro emendamento prevedeva che la retribuzione prevista per le figure apicali non potrà essere superiore alle retribuzioni minime previste dalla contrattazione collettiva nazionale di riferimento, un’altra il Difensore civico il quale svolgerà la sua funzione a titolo onorifico verrà individuato a seguito di procedura di istanza pubblica, un’altra ancora per aumentare la presenza dei Consiglieri di minoranza fanno parte di diritto del Consiglio i Presidenti delle Commissioni di controllo o ove mancasse la Commissione similare che solitamente viene data appunto al consigliere di minoranza, quindi in questo modo la nostra volontà era di aumentare la presenza dei Consiglieri di minoranza e un fatto molto importante, anche questo non è passato, dare diritto di funzioni ispettive e di controllo a tutti i Consiglieri comunali indistintamente, quindi non solo ai Consiglieri che andranno a sedere in questo nuovo Consiglio dell’Unione ma a tutti i consiglieri dei 7 comuni. Questo a dimostrazione del fatto che noi avevamo affrontato in maniera seria la questione non è che ci eravamo astenuti così, ripeto il principio dell’Unione ci piace come anche Sartini ha detto, l’obiettivo da perseguire è una spending review, è spendere meno per far pagare poi meno tasse ai cittadini. Così com’è stata presentata poi essendo state respinte tutti questi emendamenti noi ci eravamo astenuti quindi anche su questa mozione presentata da alcuni Consiglieri anche questa volta il nostro voto sarà di astensione.