Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 48 del 20 dicembre 2018

Precedente | Successiva

INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

Il Consigliere REBECCHINI (Unione Civica): nei giorni scorsi ho appreso dalla stampa dell’ennesimo fatto increscioso avvenuto presso il nostro cimitero. La famiglia Marchetti che si era recata per seppellire un proprio defunto nel nostro cimitero in un primo momento non è riuscita a dar luogo alla sepoltura perché, leggo dalla stampa, gli operai hanno incrociato le braccia perché per mancanza di sicurezza non operavano sulle tombe ipogee, è arrivato l’Assessore Campanile, allora Assessore Campanile rivolgo a lei che è sua competenza questa interpellanza. Dicevo del fatto successo qualche giorno fa presso il nostro cimitero quando la famiglia Marchetti non ha potuto dar luogo in un primo momento alla sepoltura di un proprio defunto perché gli operai si sono rifiutati di eseguire il lavoro per mancanza di sicurezza, loro denunciano il fatto che la ditta non dà evidentemente gli elementi di sicurezza per lavorare. Certamente va la mia solidarietà alla famiglia Marchetti però al suo posto come amministratore mi sarei posto il problema perché questi operai hanno incrociato le braccia, certamente avrei chiamato in un primo momento la direzione della cooperativa che gestisce i servizi cimiteriali però non mi sarei accontentato di questo Assessore, sarei andato a verificare direttamente quello che succede perché è facile dire no, è compito della cooperativa gestire gli operai, in questo caso c’è stata una mancanza di servizio perché è stato necessario chiamare le forze dell’ordine e allora dobbiamo capire il perché. Noi come Consiglio comunale spesso scriviamo mozioni sui problemi del mondo e qui c’è un problema nostro che dobbiamo capire anche perché questi operai che hanno incrociato le braccia, guardate dopo la non assunzione di un operaio che denunciava mancanza di sicurezza per certi lavori eccetera che non è stato assunto, e lei sa che c’è una causa in corso, in primo grado ha dato ragione alla ditta e all’amministrazione però ancora ci sono altri due gradi di giudizio quindi non so come andrà a finire, questi operai io l’ho verificato nei mesi scorsi avevano il timore di parlare per eventuali, penso io, ritorsioni, questa volta invece hanno incrociato le braccia perché non c’era la sicurezza per eseguire quel lavoro. Allora quale problema esiste? Esiste effettivamente questo problema di sicurezza? Si dà atto che sono entrati l’Assessore Campanile e il Consigliere Da Ros: Presenti con diritto di voto n. 17.