Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 61 del 04 aprile 2013

Precedente | Successiva

Interrogazioni e Interpellanze

Il Presidente del Consiglio MONACHESI: “Prima di dare la parola al Sindaco per la risposta chiedo ai Consiglieri un po’ più di silenzio e agli assessori e alla Giunta anche, perché c'è un brusio generale che impedisce a chi vuole seguire di farlo correttamente.”

Il SINDACO: “Io ricordo l’ordine del giorno che votò e approvò questo Consiglio comunale rispetto all’utilizzo sulle strade esterne, limitatamente alle strade periferiche, di dissecanti o diserbanti. Ovviamente il comune di Senigallia rispetto a tutte le strade periferiche si è attivato ottemperando all’impegno che era stato sottolineato in modo unanime del Consiglio comunale e ha continuato fino allo scorso anno a quattro falci di erba nei circa trecento chilometri di strade, per un importo penso molto vicino hai 120.000 euro, comunque potrei essere sicuramente più preciso, ma i nostri provvedimenti possono funzionare e essere agiti sulle strade di nostra proprietà perché ANAS e la Provincia, rispetto alle proprietà loro, intervengono ovviamente stando dentro la legge, perché utilizzano i prodotti autorizzati per quel tipo di intervento. Capisco che è una cosa abbastanza complicata anche da spiegare, poi magari l’agricoltore del campo vicino utilizza lo stesso fitofarmaco per migliaia di ettari e nessuno dice niente, lo fa la Provincia magari con lo stesso prodotto e diventa un problema. Ma noi l’abbiamo posto e la soluzione è quella che ha visto, che lo scorso anno hanno falciato e quest’anno hanno passato il dissecante, posso anche immaginare i motivi, noi non faremo né l’uno né l’altro, non passeremo il dissecante e non falceremo nemmeno l’erba. Siamo in queste condizioni, quelle che conoscete, al di là dei proclami e dei voti unanimistici del Parlamento rispetto ai decreti per il pagamento delle imprese, è stato già rinviato e vi assicuro che forse è meglio che non lo votino per niente se le condizioni sono quelle, perché se deve essere un balletto per dire mettiamo a disposizione quaranta miliardi per non fare niente, meglio che continuiamo dentro questo solco in cui ci troviamo, questo solco che porterà l’erba delle nostre strade alta due metri, e non utilizzeremo né lo sfalcio né il dissecante, la Provincia e l’ANAS per risparmiare hanno adoperato questo, posso fare la lettera di biasimo, ma penso che oltre a quello non ci potranno essere né denunce e né stigmatizzazioni particolari, perché comunque i prodotti che ci faremo mandare, anche la scheda del prodotto utilizzato normalmente è un dissecante, però penso che non possiamo agire in modo adeguato visto tra l’altro che la Provincia è anche commissariata.”