Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 12 del 28 aprile 2016

Precedente | Successiva

INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

Il SINDACO: grazie consigliere Martinangeli perché devo marcare un ritardo su questo percorso che sta nella ricostruzione che lei ha messo a disposizione del Consiglio, siccome il Presidente del Comitato dei Sindaci è il sindaco di Senigallia e non altri, c’è stata una accelerazione per arrivare ad uno schema tipo del regolamento da poter coinvolgere tutti i Comuni dell’ufficio comune, in modo che siccome poi i percorsi li andiamo a gestire insieme, mi sembrava opportuno passare attraverso quello strumento che non vedesse prima tutti i Consigli comunali che si muovono con regolamenti propri, poi dopo rifare sintesi perché è quell’ufficio che li deve gestire, abbiamo avviato quel percorso. Le devo dire che poi quando il Regolamento è arrivato nei Comuni qualche difficoltà c’è stata, compreso il nostro. Il nostro è un problema di carattere quasi esclusivamente tecnico organizzativo perché poi l’Assessore aveva già portato in Giunta lo schema del regolamento che avrebbe fatto il percorso che lei ha sottolineato, quindi anche di coinvolgimento, ma è successo che ci siamo trovati senza responsabile dell’ufficio, senza dirigente dell’ufficio, con una serie di impellenze che il dirigente Filonzi che è rientrata da poco si è dovuta caricare compreso verifiche del Bilancio consuntivo e poi le questioni che andremo a enucleare dopo, e quindi su questa partita siamo arrivati un po’ lunghi, lo devo dire. Come lei giustamente ha risottolineato visto che c’era una volontà vera, poi tra il Regolamento e l’applicazione in mezzo ci deve stare tutto il lavoro che devono mettere in campo gli uffici che non è proprio così semplice e così automatico e quindi un po’ di tempo l’abbiamo perso, spero che subito dopo l’approvazione del Bilancio ci siano le condizioni sia dalla parte dei servizi alla persona, sia da parte della ragioneria finanze di poter trovare il momento adeguato per enucleare i punti di debolezza, affrontarli e strutturare il regolamento in modo da poter mettere nelle condizioni almeno la Commissione di poter dare un contributo. Questo è un impegno che mi voglio prendere con lei, ripeto so che siamo in ritardo, non ci sono tra l’altro nemmeno fonti e sperimentazione importanti in giro per l’Italia, stanno arrivando come lei sa tutte adesso quelli che ci hanno lavorato, quindi eravamo in grande anticipo adesso siamo sincroni con gli altri, cerchiamo di recuperare il tempo prendendo anche il contributo che può arrivare dai componenti della Commissione e del Consiglio comunale. La ringrazio per avercelo risottolineato.