Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 13 del 26 maggio 2016

Precedente | Successiva

INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

Il SINDACO risponde il Sindaco intanto perché colgo l’occasione per aggiornare il Consiglio comunale non attraverso semplicemente la stampa dell’andamento del cantiere della piazza Garibaldi, lo faccio in modo inconsueto. Intanto ringrazio le maestranze che hanno lavorato, che stanno lavorando, tutti gli operai e attraverso loro la ditta perché è stato fatto un lavoro che nei prossimi giorni, prossima settimana avrà ………… si Sartini, li paghiamo, ha ragione, proprio così, come nei Consigli comunali ci sono quelli che capiscono e quelli no, ci sono operai capaci e ci sono operai bravi e ditte adeguate, come nella vita, come in tutto e quindi li ringrazio perché li ho visti come lavorano, so quando una ditta è capace e c’è professionalità e quando invece non lo sono e quindi mi sento oggi formalmente di ringraziarli, al di là delle valutazioni che invece per esempio sta facendo il Consigliere Martinangeli rispetto a un cantiere molto impegnativo e che crea inevitabilmente una serie di articolazioni e di gestioni assolutamente temporanee e che non possono prevedere una riorganizzazione del traffico generale, c’è un piano di sicurezza del cantiere che impone una modalità dentro questa modalità ovviamente abbiamo sofferto tutti, mi sento di mettermi nei panni dei commercianti soprattutto quelli lì intorno, anche quelli del centro storico perché la cosa che disorienta di più è il cambiamento delle nostre consuetudini, disorienta di più perché aver cambiato un giorno il senso di marcia di via Maierini ha ragione lei la facevano contromano quando però prevale la segnaletica stradale, la segnaletica stradale come davanti al semaforo spento di via Annibalcaro, il Codice della Strada mica è un’invenzione, il semaforo è spento, bisogna fermarsi e dare la precedenza a destra oppure dare la precedenza dove c’è. È un semaforo spento, rotto perché abbiamo già riordinato subito la scheda ma come sapete siamo nella fase di passaggio tra il gestore e il manutentore e quindi dal primo di luglio saremo molto più efficaci nella gestione dei nostri impianti, vale il Codice della strada, non è che tutte le volte in questa Italia le regole non bisogna rispettarle perché c’è il cantiere, passano anche dove non si deve passare, perché tanto è un attimo, perché tanto è un momento. Non è così, è un cantiere complicato rispetto al quale quello che mi sento di rassicurare oggi che la prossima settimana tutta la parte verso il Collegio Pio, quindi dal Collegio Pio fino al sagrato del Duomo sarà completata e quindi almeno due terzi della piazza sarà finita e approfitto intanto per dichiarare che il 16 di luglio ci sarà la restituzione di quell’importante spazio e dentro quelle iniziative articolate che l’Amministrazione sta strutturando dall’apertura, il concerto, le iniziative sulla storia, sull’archeologia, sull’architettura, sull’espansione, tutte quelle che andremo a mettere in campo, ci sarà anche quel lavoro che l’Assessore Monachesi ha già portato in Giunta rispetto alle indicazioni del Piano urbano del traffico relativo al centro storico rispetto al quale il Sindaco ha chiesto allo stesso di portarle in Commissione con una proposta aperta perché poi vogliamo capire cosa pensiamo tutti della nuova viabilità che si andrà ad organizzare, tutti, perché io ho un’idea ma sono assolutamente, ve lo dico, siccome non vengo mai tirato per la giacca da un commerciante o da un residente, ho una visione sempre complessiva, però io ho un’idea, molto probabilmente potrebbe venir fuori un contributo importante anche dalla Commissione quindi noi ci andremo con una proposta aperta, c’è questo mandato a verbale della Giunta sul quale non si andrà a gestire il cantiere, si andrà a ripensare la città in funzione degli interventi che sono stati realizzati e quelli che si stanno concludendo perché ovvio che dovremo andare a capire che cosa succede, lo sappiamo per studi che sono stati già fatti in passato rispetto all’apertura della complanare, rispetto alla pedonalizzazione della Piazza Garibaldi, che cosa succede all’interno del centro storico, dove ci si entra, come ci si esce, chi ci entra e chi può sostare. Dentro questo Consigliere Martinangeli lei continua a risollecitare i parcheggi, siamo in fase di bilancio, trovate i soldi e io realizzo il parcheggio, di idee ne abbiamo tante, però le ricordo sempre che i numeri sono una cosa molto importante, in un raggio di cinquecento metri da quel lampadario, in un raggio di cinquecento metri in questa città ci sono a disposizione con modalità articolate, libere, sosta blu, sosta a pagamento tramite cooperativa, soste a tempo, ci sono 2975 posti auto, sfido qualsiasi città del triplo della nostra dimensione, quindi nella nostra regione mettiamo insieme Pesaro e Ancona di trovare una disponibilità di sosta pari a questa con lo stesso raggio che è un tema. Dopodiché siamo abituati non più a parlare alla mente ma siamo abituati a parlare alla pancia e oggi alla pancia si parla con un termine che si chiama parcheggio in struttura, continuo a ribadirlo che per realizzare un parcheggio in struttura bisogna eliminare, e per farlo funzionare, non si fanno i parcheggi in struttura per non farli poi funzionare, bisogna eliminare le soste gratuite a raso esattamente come è successo in Ancona, come è successo a Pesaro, come è successo a Fano, come è successo a Cattolica, anzi su Cattolica ci ritorno per un altro tema, lo faccio più tardi visto che stanno votando e che hanno dei grandi progetti sulla città, come hanno fatto lì, hanno tolto tutta la sosta libera a raso e hanno fatto tutti i parcheggi in struttura. Noi abbiamo questo numero, dico che dobbiamo ancora soffrire qualche settimana perché già da lunedì prossimo ci sarà la possibilità di aprire l’incrocio di via Cavallotti con via Maierini quindi il ripristino di un percorso decisamente più alleggerito. Sull’inversione di via Testaferrata che poteva essere un tema, ma invertire la viabilità di una strada come quella potrebbe oltre che cambiare tutti gli incroci, cambiare tutta la segnaletica, cambiare quella viabilità comporterebbe, e siccome si dovrebbe fare solo per un breve periodo perché poi ripeto già da lunedì il problema è risolto, quella cosa avrebbe determinato forse più disagi e situazioni analoghe a quelle che lei ha accennato cioè che chi è abituato a imboccarla nel senso sud nord si potrebbe trovare nella difficoltà di cambiare repentinamente perché poi l’avremmo dovuta ripristinare nelle modalità ante cantiere. Mi sento intanto di rassicurarla sul numero di parcheggi, sulle problematiche che ci sono, e poi mi voglio confrontare anche con voi sui temi perché poi si fanno gli ambientalisti e poi quando diventa pedonale c’è da risolvere il problema dei SUV che devono entrare in città, allora su quel tema troveremo modo di confrontarci, ci sarà il Sindaco, ci sarà l’assessore, sappiate che ci arriviamo con una proposta aperta e non bisognerà dire l’Amministrazione impone quella cosa, no l’amministrazione arriva con un’idea disponibile a ragionarci e confrontarci ovviamente dando priorità a un progetto che viene recuperato da tante parti d’Italia, un progetto che viene preso da riferimento, vedo che quello che dice Senigallia sul turismo, mi fa molto piacere, viene recuperato per esempio da Cattolica perché ci dicono che siamo il riferimento da prendere per dare prospettive future alla nostra nazione. Si dà atto che entra il Consigliere Girolametti.