Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 25 del 27 aprile 2017

Precedente | Successiva

ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CONSILIARE UNIONE CIVICA AD OGGETTO: "MESSA IN MORA E DIFFIDA A PROVINCIA DI ANCONA E REGIONE MARCHE"

Il SINDACO: sono d’accordo intanto sul contenuto di gran parte della mozione e sull’opportunità di rimandarla in Commissione però con un percorso se poi il proponente condivide. Io scrivo alla Regione e alla provincia invitandoli in Commissione per chiedere a che punto siano veramente gli atti perché io li conosco bene perché ho scritto e diventa anche una sorta di messa in mora perché i fatti sono questi. Competenza della provincia, viene indetta la gara quindi parte la procedura, è un appalto-concorso quindi con il progetto definitivo, chi vince la gara deve fare l’Esecutivo e quindi anche i lavori, il 4 di aprile quindi oltre un anno fa, la funzione dell’assetto idrogeologico non è più una funzione fondamentale e quindi viene restituita al legittimo proprietario, cioè alla Regione. In questo passaggio che prende esattamente come Paradisi l’ha descritto, cioè alcune buste aperte e verifiche già fatte, il responsabile del procedimento però rimane in provincia, non fanno un atto dove dice ti porti dietro anche il responsabile del procedimento perché nel frattempo ci sono stati ovviamente dei ricorsi, ci sono stati accessi agli atti, invii in Procura, tutte quelle cose lì. Devono modificare la norma per consentire alla Regione di proseguire quel tipo di procedimento, ci mettono un po’ di tempo, fanno l’atto dove dicono non lo fa la Regione, lo fa la provincia che ha già iniziato il percorso e lo conclude, senonché il dirigente sant’uomo nonché ingegner Sbriscia viene assunto dalla Regione e quindi il procedimento mandato alla provincia non ha più il suo responsabile del procedimento perché intanto è passato di là, questa sorta di capra e cavoli e lupo ha bisogno di una parola fine, e quindi io ringrazio Paradisi per la mozione, penso che sia utile convocare a tambur battente, oggi tra l’altro dico che hanno dato la disponibilità perché vengo da un incontro con l’Assessore Sciapichetti dove ho chiesto lumi, l’ho fatto già formalmente con reiterate lettere, però lo voglio in Commissione, quindi sono d’accordo, la disponibilità parte da una sorta di messa in mora del Sindaco a seguito di questo impegno che mi assumo in Consiglio comunale.