Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 26 del 23 maggio 2017

Precedente | Successiva

INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

Il SINDACO grazie Consigliere, dovremmo ricontestualizzare i cimiteri rispetto a tutti gli interventi che sono stati realizzati negli ultimi cinque anni perché forse se dovessi ricordare cosa abbiamo fatto dal 2010 al 2015 potrei dire solo i cimiteri perché sa che il patto di stabilità ha impedito qualsiasi tipo di investimento e quindi abbiamo cercato sempre di sopperire anche con strutture prefabbricate che poi sono state rese stabili e permanenti, abbiamo cercato di arrivare sempre a soddisfare come è ovvio e obbligo dando seguito a provvedimenti anche urgenti. Quello di Roncitelli lei l’ha articolato in diversi aspetti: quello della manutenzione ordinaria ovvio che abbiamo subito anche lì le difficoltà dei cambi normativi dell’ultimo periodo rispetto alle gare di appalto perché c’è stata una grande restrizione, fortunatamente poi il legislatore un po’ si è ravveduto e quindi eravamo veramente in condizioni di apnea totale per affidare i lavori, i dissecanti e i diserbanti non si possono adoperare più, ovviamente solo il pubblico perché poi i campi invece privati ettari e ettari tutti belli dorati li vedo, mangiamo glifosate a tonnellate ma il pubblico per carità non lo deve adoperare nemmeno dentro i cimiteri e quindi la manutenzione per quanto riguarda il verde è diventata indubbiamente complicata però vista la procedura d’appalto che abbiamo messo in campo in questi giorni dovremmo recuperare facilmente. Al cimitero di Roncitelli c’è un problema di dislivelli, le scale devono essere tutte omologate quindi chi le ha portate e non sono quelle vuol dire che ha portato le proprie perché se no non si possono adoperare strutture che non sono in sicurezza, analogo è l’intervento che lei ha citato del cimitero monumentale verso l’ingresso quindi verso la Chiesa, sì doveva essere realizzato perché per mettere a posto quella struttura bisogna spostare tutte le salme e quindi realizzare un altro pezzo di cimitero che in via temporanea consenta di ricollocarle, fare l’intervento poi riposizionarle, cosa molto complicata intanto perché c’è una norma che deve avere tutta una serie di autorizzazioni ma non abbiamo avuto proprio più le risorse per realizzare e rispondere al contingente quindi ancora più complicato realizzare un pezzo che dovrebbe essere solo bloccato e numericamente anche significativo per questo tipo di operazione, posso dire che i cimiteri sono come il resto della città, abbiamo lavorato un po’ anzi tanto con grande apnea provando a dare risposte immediate ma ovviamente poi come lei giustamente ha notato c’è una corda che finisce, quando le risorse ci sono come nel nostro caso e non si possono spendere come nel nostro caso diventa complicato ma potrei rifare l’elenco di dove mettere i cimiteri insieme a tante altre opere che magari come è successo per il marciapiede di Via Rossini prima ognuno di noi le vede e vorrebbe intervenire e sa pure che avrebbe le risorse per farlo ma prima si chiamava Patto di stabilità adesso si chiama contabilità armonizzata risultato è che non si poteva investire un euro prima e poco si può fare adesso se non lo calibriamo bene. Confidiamo ovviamente nel superamento di questa fase e come sa e come abbiamo scritto a bilancio i 700.000 euro per Roncitelli ci sono ma siccome ce l’abbiamo in imputazione in uscita ma c’è il problema della Cassa che finché non entrano tutti insieme non si può impegnare ecco che il passaggio dalla contabilità ordinaria a quella armonizzata lo scorso anno hanno bloccato anche quel tipo di intervento. Rispondiamo comunque sempre al limite ma siamo riusciti sempre e comunque a recuperare spero che in questo esercizio finanziario almeno alcune risposte che lei ha posto rispetto alla pericolosità, rispetto alla manutenzione, rispetto alla realizzazione dei loculi ci siano le condizioni per realizzarlo e comunque ci aggiorneremo nell’arco dell’anno.