Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 36 del 27 marzo 2018

Precedente | Successiva

INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

Il SINDACO: Consigliere Beccaceci intanto auguri, e poi grazie, grazie perché è molto bello che un consigliere comunale, in questo caso due, anzi tutto perché c’è anche il Presidente che rappresenta tutti, vogliono ricordare la figura di un personaggio cittadino che nelle funzioni pubbliche quindi con la dedizione ai giovani, all’Informagiovani, allo sport, ai gemellaggi come ha ricordato si è particolarmente impegnato anche lasciando grandi segni e anche grandi intuizioni poi invece nella società con rapporti con tanti ragazzi con modalità diverse e siccome della nostra vita a tutti i livelli rimarrà solo una piccola memoria e questa società porta inevitabilmente a dimenticarci di tutti subito, spesso azzeriamo chi ha deciso le sorti del pianeta dieci anni fa o vent’anni fa, non ce lo ricordiamo più perché poi non ci arriviamo nemmeno a studiarli nei libri di storia, quindi pensate quanto è difficile raccogliere la memoria e cercarla di farla diventare comunità. Noi nell’intitolazione abbiamo cercato sempre di dedicarci ai nostri concittadini, magari togliendo gli eventi altisonanti, i nomi roboanti che magari meritano, ci fa piacere che ci siano in Italia, che ognuno abbia la propria piazza che si ritrova dappertutto perché magari è testimone di un periodo storico, però abbiamo cercato anche di valorizzare quel genius loci che perdiamo e che ha bisogno di un momento di riflessione per quello che ha rappresentato. È molto complicato però perché ha ragione ci vogliono dieci anni, forse il legislatore ha pensato questa cosa di rimuovere l’emozione, di rimuovere il momento, il pathos quindi il tentativo e mi sembra che anche in Consiglio comunale ci siano state tante mozioni per cercare di intitolare a questa o a quell’altra persona nostra e altre le abbiamo fatte anche con atti formali però pensando a Garbin mi viene in mente il tiro da tre durante il Summer League che è dedicato a lui, dobbiamo provare a concretizzarlo. Non lo so, non mi voglio prendere impegni perché poi sul piano istituzionale dire la pista polivalente dedicata a ha bisogno di una targa e un momento è comunque un percorso formale, proviamoci, dobbiamo anche capire se ci sono le condizioni per derogare, son diventati tutti un po’ più rigidi però penso che sia un bel segno e forse dovremmo anche ripensare per mille ragioni anche a questi dieci anni perché in dieci anni ci dimentichiamo di tutti, la nostra memoria è tarata ormai sull’iPhone e sui tweet che possiamo mettere quindi bisogna che anche il legislatore tenga conto di questo e dobbiamo trovare anche partendo da esempi così importanti il modo di accorciare e dare la possibilità ad una comunità di riappropriarsi di una memoria e provarla a trasmettere alle future generazioni, quindi grazie consigliere Beccaceci, grazie Presidente, chiedo anche ausilio al Presidente per capire se insieme possiamo intraprendere un’azione volta a diminuire questi tempi e consentire a una comunità di ritrovarsi anche in una semplice stele.