Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 37 del 09 aprile 2018

Precedente | Successiva

MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE SENIGALLIA BENE COMUNE AD OGGETTO: “TARGA AL MERITO AI CITTADINI MATTEO MONTESI E STEFANO MENCARELLI”

Il SINDACO: intanto ribadisco quello che penso sia il senso di appartenenza a questa terra, l’idea di difendere e di condividere, l’idea di avere senso civico e quindi i cittadini che si adoperano vanno sempre ringraziati, ringrazio Montesi e Mencarelli ma insieme a loro devo ringraziare tanti altri. Potrei ringraziare per esempio Maurizio Salustri che sistematicamente invia documentazione al Sindaco pur sapendo che non ho competenza e che fa la ricognizione sul fiume, oppure potrei ringraziare Enrico Pergolesi che prima di tutti gli altri, senza togliere niente a Mencarelli e Montesi, manda la documentazione al Sindaco, caro Maurizio come ti avevo anticipato ti giro un po’ di foto, sono quindici giorni che dopo l’ultima pioggia la situazione è peggiorata, e siamo al 25 febbraio, parliamo di quella cosa lì, non parliamo di altre cose. Ovviamente Enrico da persona corretta e onesta qual è, come Montesi, come Mencarelli, Salustri e dico anche persone interessate, Salustri un po’ di meno però interessato perché si sente rappresentante di una comunità, non è qui per fatti personali come qualcun altro ha detto, è qui per difendere una comunità, e che segnalano e che noi giriamo prontamente a chi è di competenza adesso, gli giriamo le segnalazioni e quindi un grande grazie da parte mia a tanti altri che arrivano e che segnalano. Quello che Sartini come al solito non è sopportabile sono le sue ricostruzioni che sono alla pari di una iniziativa fatta a San Rocco dove si attende la presenza del Sindaco senza aver concordato nulla con lo stesso, come non è stato concordato niente con l’Assessore Sciapichetti né con nessun altro dei pseudo invitati, di solito si scrive abbiamo richiesto e aspettiamo conferma di disponibilità e quindi mi spiace per Montesi e Mencarelli, sono persone segnate dall’alluvione, non questa, quella del 2011, quella del ’76, ahimè, lo dico per me, Sartini che vuol trovare sempre su di me il responsabile facevo il gelataio al City, nel ‘76 ero lì, facevo il gelataio al City, così almeno lo sapete. Noi abbiamo fatto una ricostruzione che non c’entra niente con quella che ha fatto Sartini perché è vero che han fatto le segnalazioni, c’era il COC convocato, a Mencarelli arriva puntualmente come arriva al sottoscritto perché il Sindaco ha voluto che a Mencarelli gli arrivi lo stesso messaggio che il Sindaco si manda da solo arrivi a Mencarelli e arriva come tutte le altre volte, perché vedete se io dovessi fare un riconoscimento oggi, dentro una follia normativa, lo dovrei fare a quei signori che a oggi hanno attivato il COC per 28 volte dall’inizio dell’anno, 28 volte, non due come racconta Sartini, e per 28 notti sono stati in piedi, a iniziare dal sottoscritto, dall’inizio dell’anno, non parlo delle 56 del 2017, parlo delle 28 del primo di gennaio 2018 e quindi lo dovrei fare alla Protezione Civile di Senigallia a tutti, lo dovrei fare alla Croce Rossa, lo dovrei fare al CNGEI, ai Vigili del Fuoco, lo dovrei fare alla Polizia municipale che alla Protezione Civile del Comune di Senigallia, uno di quelli è quello che dovevamo dimettere, e ogni volta che arriva l’allerta, ogni volta che c’è la procedura tutti in piedi, poi qualcuno adesso si lamenta perché dice ma ci svegliate anche noi, sì perché sono stato sveglio 28 giorni, non due delle allerte gialle, delle due arancioni che avete visto perché la procedura dice quello, lo dovrei fare a loro. Un grazie certo, ma siccome ci diamo i criteri e adesso Sartini qui non c’è Hendrik il coraggioso, il bambino olandese che col dito ha salvato la città e l’Olanda, non è così perché in quelle due date interventi fatti dalla Regione sono pari a zero, quindi non è successo nulla, hanno messo il faro, io ero lì, guardavano l’argine, hanno aspettato il giorno dopo per fare interventi quando sono potuti andare dentro con i mezzi, quindi Hendrik che per carità ha fatto bene con l’indice a indicare quello che c’era ma non ha tappato il foro che ha salvato la città, poi noi abbiam dovuto allertare, certo abbiamo dovuto allertare come prevede la procedura, oggi abbiamo il rischio R4 allargato al mondo intero, così han deciso gli altri, non Mangialardi, non il Comune, non l’hanno votato i Consiglieri comunali, l’avvocato che diceva dov’è la firma di Mangialardi, ha capito che Sardella non ha votato la modifica del PAI? L’hanno modificata loro come l’hanno fatta loro l’altra volta e noi dobbiamo avere dentro il PAI rischio R4 una procedura, quando c’è l’allerta arancione si svegliano tutti e si sveglieranno sempre tutti, non ci saranno santi e non c’è Hendrik il coraggioso che mette il ditino nel foro della diga per non farla esplodere. Non è andata così Sartini, non hanno fatto ahimè nulla perché il problema non era sul fosso del Sambuco che era un problema, il problema era dall’altra parte, sull’argine destro del fiume Misa dove oltre che mettere il faro non hanno fatto nulla, niente, io e Bedini eravamo lì con gli stivaloni, guardavamo l’argine, dicevamo andrà su, giù, senza competenze e non è stato guidato da Piccinini quale soggetto competente del Comune, per chiarezza lo lascio a verbale perché loro non sapevano nemmeno dove fosse la strada per arrivarci, la Regione, quindi io ringrazio Montesi e Mencarelli, gli auguro che gli interventi che hanno programmato nelle proprie case si possano realizzare al più presto per mettersi ancor di più in sicurezza, [si registra un contraddittorio fuori microfono] signora io parlo della casa sua, glielo dico io quando fa la casa per mettersi in sicurezza perché poi dopo non è che ho l’extra-terrestre [si registra un contraddittorio fuori microfono] sono assolutamente [si registra un contraddittorio fuori microfono] quindi io ringrazio attraverso Mencarelli e Montesi tutti quelli che ci mettono nelle condizioni di avere qualche elemento di conoscenza in più, ringrazio Enrico Pergolesi prima di tutto perché il 25 febbraio mi aveva annunciato il problema dell’erosione sul fosso Sambuco, ringrazio in modo particolare quello sì che anche con le stampelle da alluvionato ma non per questo è qui dentro, non per fatto personale come dice qualcun altro, Maurizio Salustri perché con modestia, senza volere medaglie, senza volere targhe, senza volere riconoscimenti, continua a fare il suo lavoro non solo da Consigliere comunale ma da vero cittadino insieme agli altri, quindi per evitare di far torti a qualcuno ovviamente non sono d’accordo sulla mozione e sul provvedimento proposto da Sartini. Si dà atto che entra l’Assessore Memè.