Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 43 del 31 luglio 2018

Precedente | Successiva

MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE MOVIMENTO 5 STELLE PER LA STABILIZZAZIONE DELL'UOC DI GASTROENTEROLOGIA A TUTELA DELLA FUNZIONALITA' DELL'OSPEDALE DI SENIGALLIA

Il SINDACO: avrei voluto non intervenire e sono molto soddisfatto di come ha ricostruito i percorsi l’assessore Girolametti, faccio un po’ di difficoltà e mi sto trattenendo, mi conoscete, perché ancora una volta anche sulla sanità, e giustamente mettete le maglie, facciamo le squadre. Io l’avrei fatto, lo dico per Rebecchini, la guardi bene Luigi la maglia, l’avrei fatto con un cuore intero non con un cuore spezzato perché noi abbiamo sempre difeso la sanità tutti insieme, anche il richiamo a un articolo di Mandolini di qualche giorno fa, senza che poi venga io citato per fatto personale, quando votammo un ordine del giorno a difesa dell’ospedale, delle nostre strutture, del nostro territorio, all’unanimità tranne che uno, se non qualche giorno dopo da parte del gruppo consiliare dei 5 Stelle di disconoscere quel voto, si erano trovati per sbaglio, il tasto non aveva funzionato, qualcosa non era andato, a me non interessava quel tipo di abiura rispetto all’atteggiamento che era pervenuto, visto però Martinangeli così se si prenota per fatto personale, quel passaggio l’ha dimenticato nelle sue ricostruzioni. Ovviamente voto contro anche questa sera la mozione perché noi non stiamo qui [si registra un contraddittorio fuori microfono] infatti dovete avere certezze perché noi ci muoviamo con certezze nelle difficoltà, non nei proclami, non negli ordini del giorno a vuoto, non nel disconoscere le azioni. È complicata la partita, sappiamo che è complicata, la gestiamo dandoci degli obiettivi, difficili, l’assessore li ha descritti tutti. Adesso com’è che licenziamo? I venti posti che ancora non sono certi perché la delibera va in Giunta il 6, ci ha lavorato il sottoscritto ma ancor di più, e lo ringrazio pubblicamente per tutto quello che sta facendo, il Presidente della Commissione Volpini, Fabrizio Volpini, ha lavorato con attenzione e dedizione, lungimiranza, capacità e strategia politica, non le magliette, gli obiettivi poi non piacciono? Bene, adesso abbiamo un nuovo Ministro che non è del PD, è Stellato mi sembra, e ci dirà lui come recupereranno i danni fatti dagli altri, ce lo dirà, noi aspettiamo visto che la sanità marchigiana è una delle poche non commissariate, ci diranno loro come si recupera perché quando giocano con le carte sapevano che le carte erano queste come diceva prima Carlo, sapevamo che dovevamo giocare una partita in salita, e mica abbiamo detto la partita è in salita, la partita in salita la giochiamo e recuperiamo, sull’UTIC io ricordo un incontro con i medici della cardiologia di Senigallia auspicavano questo risultato, non so se han cambiato idea, non due UTIC territoriali dentro l’Area Vasta una sola distribuita, questa era, ho anche verbalizzato quell’incontro. È un risultato? Sì, i 20 posti letto sì, i venti della RSA sì, la risonanza magnetica sì, anche con le difficoltà che ci sono perché non è che se si governa con le pacche sulle spalle e Gabibbi, si 6 anni, quelli che sono. Io non ringrazio il Comitato, non lo ringrazio, sapete perché non lo ringrazio? Lo faccio proprio formalmente perché i danni che facciamo fuori sono enormi, per fortuna siamo in pochi, sono enormi, perché si descrive una sanità che è difficile ma non è peggiore di altri e stiamo lavorando per ottenere dei risultati e quando io vi dico sì vi avevo detto sei mesi e siamo qui, siamo a misurarci dentro quelle cose che erano gli impegni che ci eravamo assunti, lavoro quotidiano, non macchiette o ordini del giorno, lavoro quotidiano di Furia, Marini, Bevilacqua, tutti i giorni, assumendoci caro assessore anche percorsi che non sono mica nostri perché delle assunzioni del personale, dei medici a tempo determinato ma può essere che se ne deve occupare il Sindaco? Il Sindaco se ne deve occupare o Mauro Gregorini che mi sollecita quel tipo di soluzione o quell’altra? Mica è così. Non è la Presidente della Commissione, qualche volta bisogna fare anche quello, bisogna riunirli qui e dire caro primario ci dici quali sono i problemi prima di mettere i cartelli, è successo questo o no? Non ho fatto manifesti, non ho fatto ordini del giorno, ho affrontato quel tema come domani mattina affronto quello dell’otorino, così tutti i giorni. È semplice. Se vi dico che la settimana scorsa ho fatto un incontro chiesto da due sindaci che non sono nemmeno del PD e che mi chiedono aiuto per le loro strutture perché vedono che c’è un disegno che porta a riequilibrare e mi dicono forse è meglio che ci aggreghiamo con te che stai facendo questa azione, non sono del PD, e ho apprezzato molto perché quando ti misuri coi problemi veri non conta più la giacchetta, nemmeno la maglietta col cuore spezzato, io voglio il cuore intero, maglia rossa col cuore intero, abbiamo lavorato sempre così Luigi, sempre insieme non per spezzare il cuore ma per tenerlo unito e i risultati con difficoltà ma stanno arrivando e non mi preoccupo nemmeno delle esternazioni tutti i giorni, non mi non mi preoccupo dei megafoni tutti i giorni, non mi preoccupo, quelli non fanno bene, non aiutano e penso invece caro Assessore Girolametti che l’hai dichiarato che la mozione in Consiglio regionale è stata votata da tanti, non solo dal PD, penso, relazionata dal Consigliere regionale Volpini, penso le vado a vedere perché io le cose prima di parlarne mi misuro e le vado a verificare, non penso che sia stata votata solo dal PD sulla proposta di Volpini, e allora io Volpini, bistrattato in questa città, qualche volta umiliato sul piano professionale e sulle competenze politiche, io lo ringrazio, lo voglio ringraziare qui pubblicamente perché è riuscito ad avere quell’approccio istituzionale che serve a un Presidente della Commissione sanità e ha messo dentro i percorsi di Senigallia e del territorio e ha portato all’esterno quei modelli non sempre avendo la pacca sulla spalla facendo le mozioni, anche per lui sarebbe stato molto più facile conoscendolo, sarebbe stato molto più facile, ha deciso di migliorare il nostro sistema sanitario e io sono orgoglioso di avere un rappresentante che si sporca le mani, che racconta storie come stanno, che si impegna e che trova soluzioni lungimiranti perché quella delle cure intermedie che non c’è da nessuna parte nella nostra Regione è una proposta del consigliere regionale Volpini. Volpini grazie sei solo perché hai visione, sei da solo lì perché ogni tanto tocchi percorsi che si costruiscono qualche volta sotto terra e perché rimetti al centro la sanità pubblica come ti ha caratterizzato nella tua vita e sei anticipatore, Fabrizio Volpini io sono con te e spero che lo sia anche la sanità regionale perché le ricadute che ci sono in questa città anche a recupero del maltolto sono ad un rapporto leale e corretto che lui ha stabilito e ci ha dato tanto quando ero assessore, ci ha aiutato in questa fase, ho trovato sempre la sponda, domani mattina trovo la sponda sull’otorino, la trovo perché io chiamo Volpini, chiamo Alessandro Marini, chiamo Bevilacqua, li chiamo a rapporto e trovo le soluzioni e qualche volta non riescono ad assumere a tempo determinato due medici, ma quello non dovrebbe spettare a noi e non ci dovrebbe essere nemmeno una richiesta di questo tipo al Sindaco.