Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 47 del 28 novembre 2018

Precedente | Successiva

INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

Il SINDACO: Consigliere Sardella grazie per l’interrogazione. Sono un po’ in imbarazzo perché lei mi conosce troppo bene, vorrei dire esattamente le cose come stanno e non lo posso fare, comunque le dico questo, noi non c’entriamo più assolutamente nulla, ossia stiamo attendendo che si risolvano i contenziosi che si sono aperti tra privati, lo dico per i cittadini perché poi se no succede che le iniziative del pubblico che facciamo noi diventano del privato quando le realizza, tipo la rotatoria che stava dicendo prima l’assessore Monachesi, e quelli che non fanno i privati per conto nostro la colpa diventa la nostra anche quella, mi viene da pensare l’ex cinema Politeama Rossini, lo dico qui, è di un privato che è fallito, è fallito il privato, è fallita la finanziaria, è fallita la banca, e noi non possiamo prenderci responsabilità su cose che non ci appartengono, siamo in attesa dopo aver approvato lo strumento urbanistico, consentito la demolizione, tenuto i rapporti perché necessari alla stipula della convenzione che ancora non è stata sottoscritta perché c’è questa articolazione tra soggetti privati, quindi per oggi consigliere Sardella mi devo fermare, quindi non c’è nessuna polizza fideiussoria, non c’è nulla perché non è stata firmata ancora la convenzione, devo dire che siamo un po’ in imbarazzo tutti perché era tutto pronto un anno fa poi nella bonifica ci sono stati soggetti che non hanno chiuso, spero che per amore proprio e amore di patria ci sia la condizione per poter vedere quell’opera iniziare e finire al più presto sperando di che ci siano anche i recuperi del tempo che abbiamo perduto. Ovvio che sono assolutamente d’accordo con lei quando dice che quella è strategica per il sistema che abbiamo pensato della circuitazione periferica della città, vie di penetrazione solo a servizio e in futuro parcheggi importanti a corona, quella cosa lì rappresenta indubbiamente oggi un elemento di grande debolezza perché pur con gli interventi che Monachesi ha predisposto ottimizzando con le nuove centraline il semaforo, però sette tempi di sulle strade diventano sempre tempi d’attesa molto molto lunghi tant’è che paradossalmente quell’incrocio funziona meglio quando il semaforo, ovviamente più pericoloso, ma è spento. Spero lo dico così di poterla aggiornare prima di Natale così almeno qualche aggiornamento semmai ci fosse, ogni volta che dico qualcosa succede qualcosa al contrario e poi dopo un giorno le spiegherò anche qualche ragione, ma ci sarà tempo per farlo.