Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 49 del 14 febbraio 2019

Precedente | Successiva

INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

Il SINDACO consigliere Gregorini pone un tema che ancora non ho affrontato a livello nazionale perché non sono in grado di darle una risposta, sarà mia cura approfondirlo e capire pure qual è il quadro normativo entro il quale ci stiamo muovendo. Intanto i commercianti di tutta la strumentazione elettronica in genere non offrivano il servizio, hanno l’obbligo per legge, se uno compra un frigorifero e ha quello non utilizzabile a casa deve essere ritirato gratuitamente, funziona così, lei pone un grande tema invece, quello del commercio, l’e-commerce rispetto al quale uno compra un forno, un frigorifero on line, gli arriva a casa, c’è quello rotto e non c’è, almeno ho verificato dopo la chiacchierata nostra, non c’è nessun tipo di impegno da parte del venditore di ritirare gratuitamente come obbligati dalla norma il RAI che abbiamo a casa. Questo è un grande tema perché quello poi lo ripaga la comunità in una modalità o in un’altra, c’è il ritiro gratuito è vero, gratuito ma qualcuno paga, il ritiro è gratuito ma come sa rispetto alla calcolo della TARI quel servizio chi lo va a espletare, il riconoscimento finisce nel costo della TARI, non è un altro modo, quindi anche se formalmente non paghiamo ma indirettamente viene computato dentro il costo della TARI. Peggio ancora se il materiale viene abbandonato perché oltre al costo già computato c’è quello del recupero e del danno ambientale quindi peggio. Io penso che il legislatore si sia mosso in qualche maniera, però mi trova impreparato perché ho verificato nessuno se lo fate senza fare pubblicità a nessuno, andate lì, comperate un frigorifero on line ve lo consegnano in tre giorni ma quello rotto a casa non ve lo ritira nessuno quando c’è la norma che invece li obbliga, quindi un grande tema che non c’entra niente con il contrasto al commercio on line. Ho avuto modo ieri di confrontarmi indirettamente con le associazioni di categoria che ogni tanto sono naif nel valutare la disponibilità di sosta che abbiamo in afferenza alla città, se avete voglia qualcuno dei nostri Consiglieri facesse un giro in questo momento, in realtà al parcheggio dello stadio se trovate più di cinque auto cena pagata, 5 su 400 a disposizione, in questo momento 5, vedo che la consigliera va subito a verificare, il dramma vero è quel tipo di concorrenza rispetto al quale dobbiamo trovare il modo di essere competitivi non solo semplicemente di contrastarla, bisogna trovare l’antidoto, l’empatia, la competenza, la garanzia, il servizio. Consigliere Gregorini grazie davvero, avrò modo di confrontarmi in altre sedi e poi sarà mia cura riferirle il risultato di questo tipo di indagine.