Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 23 del 01 marzo 2017

Precedente | Successiva

INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

Il Consigliere FILERI (La Città Futura): l’interrogazione è rivolta al Sindaco, all’Assessore alle Finanze Campanile e all’assessore allo sviluppo sostenibile Ramazzotti. Premesso che periodicamente e in particolare in concomitanza con l’approvazione del bilancio di previsione torna al centro del dibattito cittadino il tema dell’incremento della tassazione legata alla gestione dei rifiuti, che la questione è spesso posta in termini non corretti e fuorvianti in quanto abbiamo visto che per legge il gettito di questa tassa deve coprire integralmente i costi per la gestione dell’intero servizio di raccolta e smaltimento, bisognerebbe interrogarsi più che sull’incremento della TARI sull’incremento del costo per la gestione del ciclo dei rifiuti che la TARI deve integralmente ricoprire che oltre al tema del costo complessivo del servizio per La Città Futura è centrale il tema della distribuzione del costo stesso tra i cittadini che usufruiscono del servizio e che dovrebbero essere chiamati a contribuire in relazione alla quantità di rifiuti prodotti in modo tale da premiare i comportamenti virtuosi e penalizzare chi meno si impegna nel differenziare; che proprio per questo il programma politico amministrativo della coalizione di centrosinistra che poi si è tradotto nel mandato del Sindaco Mangialardi, recitava: attraverso la sperimentazione in atto si dovrà passare progressivamente dalla tariffa puntuale al fine di rendere evidente per ogni cittadino il vantaggio del comportamento virtuoso nella gestione dei rifiuti e che la sperimentazione di cui si fa riferimento nel programma è quella di cui aveva parlato l’allora assessore all’ambiente Campanile in una riunione della sesta Commissione. Interrogo per sapere quale esito abbia avuto questa sperimentazione che a detta dell’allora assessore all’ambiente Campanile dovrebbe essere già in corso nella zona del Vivere Verde, per sapere quali percorsi e quali strategie si intendano seguire per passare dall’attuale sistema di tassazione alla tariffa puntuale garantendo così che lo sforzo economico richiesto ai cittadini sia proporzionale alla quantità di rifiuti prodotti e stimolando così l’adozione di comportamenti virtuosi, per sapere quali passi siano stati ad oggi compiuti per l’effettivo passaggio da tassa a tariffa e in quali tempi si stima che questo passaggio si possa ritenere concluso ed inoltre, considerato che per quanto riguarda il costo complessivo del servizio di raccolta e di smaltimento, il Sindaco e i competenti Assessori hanno più volte chiarito che l’aumento dei costi registratosi in particolare negli ultimi anni è da attribuire in gran parte ai costi legati alla pulizia degli arenili interessati da importanti fenomeni di spiaggiamento di materiali di risulta e considerato che il Regolamento regionale del 13 marzo del 2004 “Norme sull’utilizzazione del litorale marittimo della Regione per finalità turistiche ricreative” all’articolo 4 Norme per gli strumenti per gli stabilimenti balneari prevede che i titolari degli stabilimenti balneari debbano curare il decoro e la pulizia dello stabilimento, dell’arenile e dello specchio acqueo immediatamente prospiciente ad esso. A tal scopo i materiali di risulta devono essere sistemati in appositi contenitori chiusi in attesa dell’asporto da parte degli operatori comunali ed i rifiuti solidi devono essere gettati nei cassonetti predisposti dal Comune, quindi interrogo anche per sapere se sia legittimo che i costi relativi alla pulizia degli arenili dati in concessione siano fatti gravare sull’intera cittadinanza e non sui titolari degli stabilimenti balneari che hanno in concessione l’arenile. Si dà atto che entra il Consigliere Brucchini: Presenti con diritto di voto n. 22.