Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 25 del 27 aprile 2017

Precedente | Successiva

INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

Il Consigliere FILERI (La Città Futura): la mia interrogazione è al Sindaco a cui compete l’autorizzazione alla manifestazione avvenuta lo scorso 8 aprile di CasaPound, un movimento di estrema destra caratterizzato da intenzioni e comportamenti anticostituzionali che dovrebbero essere perseguiti come reato e invece sono ahimè tollerati come l’esibizione del saluto romano e i moti palesemente fascisti. Chiedo di conoscere la motivazione che ha portato alla concessione di Corso 2 giugno, non posso contestare l’autorizzazione ad un movimento purtroppo riconosciuto e autorizzato considero invece un’incomprensibile leggerezza la concessione del centro di una città da sempre antifascista e democratica considerando che da piazza Padella in poi molti altri sarebbero stati i luoghi più adeguati all’evento che per di più ha tenuto in ostaggio il corso cittadino in una giornata di passeggio e di commercio con evidente disagio per gli esercenti. Ulteriore e più forte rammarico esprimo per la mancata dimostrazione di dissenso da parte dell’Amministrazione nei confronti dell’azione di propaganda promosso da una associazione che si richiama, insisto, ad ideologie fasciste, ad atteggiamenti xenofobi e razzisti soprattutto in un momento storico dove opinioni come queste raccolgono un pericoloso consenso. Vicino a CasaPound chi si è macchiato dell’assassinio di Emanuel Cidi Namdi ucciso da un pugno razzista, chiedo quindi perché è mancata sia nell’imminente sia nei giorni successivi una qualsiasi presa di distanza che esprimesse con franchezza i veri sentimenti democratici dei senigalliesi. In tale indifferenza fermentano le peggiori convinzioni e in un sabato pomeriggio qualsiasi ci ritroviamo CasaPound nel cuore della città a cercare adesioni troppo soprattutto tra i giovani, non dimentichiamo che aderenti a Casapound qualche anno fa si sono resi protagonisti di una vandalica azione come quella di imbrattare la fontana di Piazza Duca. A mio avviso lo scorso 8 aprile è mancata la presenza delle Istituzioni democratiche a manifestare con espressione di dissenso pacifico l’assoluta contrarietà alla presenza di Casapound nella nostra città. Non si dimostra l’antifascismo solo il 25 aprile e questo è un invito che faccio all’intera assemblea. Concludo richiamando il rispetto delle leggi Scelba e Mancino e ribadendo con forza e orgoglio la mia democratica militanza antifascista.