Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 47 del 28 novembre 2018

Precedente | Successiva

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PREVENZIONE E IL CONTRASTO DEL GIOCO D'AZZARDO PATOLOGICO

Il Consigliere MANDOLINI (Gruppo Misto): intanto per ringraziare Uffici e Amministrazione per aver accolto l’osservazione che ho portato alla Commissione. Vorrei soffermarmi su un’altra questione e quindi richiamare un po’ un attimo l’attenzione di tutti, valutare all’istante la possibilità di modificare sull’articolo 5 gli orari di esercizio dell’attività, vorrei fare questa riflessione e poi magari discuterne insieme a tutti i Consiglieri sulle fasce orarie. È stato messo nel regolamento l’accensione dalle 13 all’una, dalle 13 all’una di notte del giorno successivo, quello che pensavo io era di suddividere gli orari in cui il gioco non era consentito per fasce per cui inserire magari, questa è un’ipotesi che mi ero appuntato poi durante la Commissione non l’ho detto perché volevo ragionarci, ad esempio l’orario di chiusura dell’attività da gioco dalle 6 alle 9 di mattina, dalle 12 alle 15 e dalle 19 all’una. Si sta dentro i limiti della legge regionale che prevede comunque un massimo di 12 ore e quindi rimaniamo in linea con quello previsto dalla legge, infatti 12 ore è anche l’orario che era previsto prima dalle 13 all’una, applicarlo questo per i giorni feriali mentre inserire per i giorni festivi l’orario 13 – una, lasciarlo così per i festivi e prefestivi. È una soluzione che andando ad approfondire la questione ho visto altri Comuni che hanno fatto regolamenti tipo il nostro hanno adottato, come il Comune di Corinaldo che ha adottato un regolamento come il nostro con non proprio questi orari ma orari simili, distinguendo proprio festivi e prefestivi, quindi inviterei tutti se è il caso magari in questa sede di poter presentare un subemendamento o un emendamento oppure lo rimandiamo a un approfondimento in Commissione per valutarlo anche tecnicamente. Intanto lancio la proposta, se lo vogliamo fare adesso magari il Presidente aspetta a chiudere la discussione e lo valutiamo un attimo. Questo perché? Perché secondo me in quegli orari diciamo a parte contrastare il gioco da parte dei ragazzi, ma i ragazzi non ci devono proprio giocare nelle macchinette, i minorenni proprio a prescindere non hanno un orario, non ci devono giocare punto, mentre si hanno momenti di accanimento al gioco in quelle fasi, è una mia opinione che è relativa, nelle fasi in cui uno non lavora, quindi nei giorni feriali, nei momenti di pausa, prima di andare al lavoro, in una pausa o dopo il lavoro e nei giorni prefestivi comunque magari ovviamente rimane e l’orario del pomeriggio anziché accenderlo questo è il contrario, io mi sono sbagliato, lo spegnimento dalle 13 all’una, quindi il pomeriggio, questo era quello che mi sentivo un attimo di discutere con tutto il Consiglio.