Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 48 del 20 dicembre 2018

Precedente | Successiva

APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO ARMONIZZATO 2019/2021 DI CUI ALL'ALLEGATO 9 AL D.LGS N. 118/2011.

Il Consigliere MANDOLINI (Gruppo Misto): riconosco la difficoltà nel redigere questo tipo di bilancio e per quello che ho avuto modo di approfondire, seppure nei miei limiti, riconosco la difficoltà nel gestire i tagli che si sono susseguiti a seguito della legge di bilancio, poi i tagli che ci sono stati sono dovuti a quelli, adesso si è recuperato qualcosa però in sostanza ne riconosco sia a livello politico che tecnico tutta la difficoltà. Politicamente devo dire di essere rimasto un po’ deluso da chi professava il cambiamento e poi si è comportato esattamente allo stesso modo di chi c’era prima, Berlusconi prima di tutti e poi Renzi e così via tutti gli altri. Mi ricordo che andavo in piazza, ho fatto i banchetti con il simbolo del Movimento 5 Stelle, davo i volantini alla gente, per gli 80 euro di Renzi tolgono 500.000 euro al Comune di Senigallia, tolgono risorse alla città per mantenere le promesse politiche di Renzi solo come manovra elettorale per le europee, perché era così effettivamente, all’epoca la pensavo così e continuo tuttora a pensarla così, ti danno da una parte e te li levano alle spalle i soldi, non ti accorgi ma dopo il Comune taglia e quando tagliano i Comuni tagliano direttamente ai cittadini, così faceva Renzi e così ha fatto questo Governo. Ricordo quando dicevano Roma ladrona, si tenevano tutti i soldi a Roma, ai territori niente, secessione, i soldi del Nord rimangono al nord, adesso adesso hanno fatto la stessa cosa, i soldi rimangono a Roma e non vanno nei territori e quindi dov’è il cambiamento? Politicamente faccio questa critica e mi vergogno pure, ho un senso di disagio politico, ci ho messo la faccia in passato e dicevo queste cose, oggi mi rivedo che criticavo quel modo di fare e anche se sono oggi uscito dal gruppo Movimento 5 Stelle, anche se non ne faccio più parte però c’è un disagio perché all’epoca ci avevo messo la faccia, quindi ovviamente il voto politico sul bilancio rimane negativo, apprezzo il fatto che siano stati accettati ordini del giorno, quello che mi sento di dire adesso riguardo a quello approvato sul Vallone come priorità per la frazione può essere visto anche come un contesto generale, mi auguro e invito l’Amministrazione che eventuali soldi che si dovessero sbloccare o venissero da altre situazioni con variazioni di bilancio che quanto meno vengano indirizzati verso le frazioni, una su tutte la frana di ROncitelli che non può più aspettare, un intervento importantissimo, un intervento enorme per il quale io non so come si possono reperire, un mutuo o qualsiasi altra cosa, è ora di metterci mano e dire si accantona e finalmente si mette mano a tale progetto in un qualsiasi modo però bisogna farlo questo, Roncitelli come tante altre frazioni perché ovviamente la città come ho sempre detto è una perla, nessuno può dire il contrario penso però appena esci fuori si vede che c’è una realtà un po’ più problematica e un po’ più diversa, questo anche dettato dalle difficoltà degli ultimi anni, non è magari una volontà di lasciare le cose così, come ho detto prima lo riconosco quindi ecco questo per dire voto contrario ma riconosco le difficoltà che ci sono e che ci saranno.