Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 49 del 14 febbraio 2019

Precedente | Successiva

INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

Il Consigliere PARADISI (Unione Civica): la nostra interrogazione che è l’interrogazione dell’Unione del Buon Governo, di Unione Civica e Forza Italia riguarda la devo dire spiacevole situazione che si è creata nel sopralluogo che noi abbiamo fatto lo scorso venerdì al Palazzo Gherardi, l’ex sede del liceo classico Perticari. Non sto a raccontare e a ripetere quello che è successo, probabilmente tutti i consiglieri hanno letto sui giornali, hanno preso visione delle nostre dirette su facebook di quello che è successo, un Preside, l’attuale preside del liceo classico Francesco Maria Orsolini, ci ha impedito di svolgere il sopralluogo chiamando al telefono il suo collaboratore e chiudendoci davanti alla faccia la cancellata a chiave. Quella cancellata separa il corridoio del Regio Liceo Perticari, mi piace ancora chiamarlo così, con delle stanze attualmente a disposizione, senza un contratto d’affitto signor Sindaco e senza un contratto di comodato gratuito, al liceo classico Giulio Perticari. Non si capisce per quale motivo il Preside e solo il preside abbia il possesso di queste chiavi e non l’Amministrazione comunale su beni di proprietà comunale. I giornali lo hanno chiamato blitz, non era un blitz perché noi abbiamo concordato con gli uffici dell’Amministrazione comunale il sopralluogo e abbiamo esercitato un diritto previsto dal testo unico sugli enti locali, il diritto di ispezione dei consiglieri comunali all’interno di beni di proprietà comunale. Per due ore un preside, Francesco Maria Orsolini, ci ha impedito di entrare commettendo un abuso, a mio avviso interrompendo un pubblico servizio, commettendo una maleducazione e una sgarberia istituzionale non verso Paradisi, Rebecchini e Canestrari ma verso l’intero Consiglio comunale e verso l’intera Amministrazione comunale. Noi crediamo e speriamo che oggi il Sindaco di Senigallia, ma anzi non lo spero guardi, io ne sono convinto, che il Sindaco di Senigallia dica una parola forte e chiara stigmatizzando il comportamento di Orsolini che non merita, e lo diremo dopo, di custodire quelle opere e quei reperti, di stigmatizzare questo comportamento, di difendere i Consiglieri comunali nell’esercizio delle proprie funzioni, di fare un atto di riappropriazione di beni che sono di esclusiva proprietà comunale, io questo mi auguro che oggi e sono certo che oggi il Sindaco lo faccia. Questo sopralluogo ci ha peraltro indotto a riflettere su tre questioni e sono le tre questioni che noi oggi poniamo appunto all’attenzione del Consiglio comunale e cioè le tre questioni riguardano, quello che ho detto intanto l’immediata accessibilità del Comune in quei locali, sono di proprietà comunale e devono essere immediatamente accessibili non solo ai funzionari ma anche ai consiglieri comunali che vogliono ispezionarli senza lasciare libero arbitrio al preside del liceo classico, intervenire sull’assoluta incuria, il degrado ambientale in cui vengono attualmente tenuti dal preside Francesco Maria Orsolini reperti scientifici, attrezzature di laboratorio e collezioni del Regio Liceo Classico Perticari che sono lì da oltre 150 anni e che sono lasciati in uno stato di degrado e abbandono vergognoso, neanche la pulizia dei locali, neanche l’aereazione dei locali, questo è lo stato di conservazione attuale di quei reperti. Infine l’ultimo punto, la necessità a nostro avviso, Sindaco le chiediamo veramente questo ultimo volo diciamo politico da qui alla fine mandato, e cioè lavorare per trovare finanziamenti sia verso la Comunità Europea sia verso i privati per restituire Palazzo Gherardi alla città di Senigallia, sarebbe un bel lascito, un bel gesto finale dell’Amministrazione comunale dedicarsi a questo progetto per restituire Palazzo Gherardi alla città. Questi sono i tre punti che noi solleviamo con tante domande che facciamo al Sindaco, forse le tante domande che sono presenti nell’interrogazione non farà nemmeno in tempo a rispondere il Sindaco, quindi magari poi lo pregheremo di integrare anche per iscritto quello che noi abbiamo chiesto, ma una cosa è certa, il preside Orsolini ha scritto quei beni sono di esclusiva proprietà del liceo classico, no, no Orsolini, no, quei beni a parte la proprietà tecnica sono proprietà morale della città di Senigallia, è un patrimonio morale della città di Senigallia, il Regio Liceo Perticari non è di Francesco Maria Orsolini, è l’orgoglio della città di Senigallia da sempre, quei reperti del 1800, quelle attrezzature scientifiche che il preside ha lasciato al degrado e all’incuria sono il patrimonio di questa città e Orsolini, che è ospite di questa città e non è cittadino senigalliese, abbia rispetto di Senigallia, abbia rispetto del suo liceo classico, abbia rispetto della storia del Regio Liceo Perticari perché una cosa mi ha colpito in queste ore dopo l’ispezione le tante telefonate ricevute di supporto tra cui alcuni professori interni ed ex professori del liceo classico che ci hanno detto, che mi hanno detto, Consigliere vada avanti, difenda il Liceo Perticari, ex professori del liceo e attuali, vada avanti. Una cosa è certa, noi andiamo avanti perché il liceo classico Perticari non è del singolo dirigente che riveste la funzione, il liceo Perticari di Senigallia è della città di Senigallia e noi difenderemo quei reperti, difenderemo quelle attrezzature, difenderemo quella storia a prescindere da chi sia il dirigente che meriti o meno di essere preside del liceo classico.