Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 50 del 21 marzo 2019

Precedente | Successiva

VARIAZIONE DI BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO ARMONIZZATO 2019/2021 AI SENSI DELL'ART. 175 DEL D.LGS. N. 267/2000.

Il Consigliere PARADISI (Unione Civica): preannuncio di nuovo un’astensione, la motivo così motivando anche quella di prima, quella di prima la nostra astensione è stata dettata dal fatto non di essere contrario ovviamente ad utilizzare una cifra importante e a recepirla nel bilancio per quanto riguarda il contributo del CONI per lo stadio Bianchelli, ma io ricordo che proprio all’inizio della legislatura il Gruppo Unione Civica aveva fatto più di una volta la proposta di chiedere al CONI, avanzare al CONI richieste di contribuzione, ci era stato risposto che non c’erano le condizioni per gli impianti sportivi, ora mi chiedo perché, senza nulla togliere allo stadio Banchelli e senza nulla togliere al calcio, benissimo che sia arrivato, ma perché per il calcio comunque il modo di chiedere finanziamenti al CONI c’è sempre, comunque di attivare il finanziamento del CONI c’è sempre, per gli sport poveri, per gli sport minori che sono la stragrande maggioranza degli sport di questa città, questa disponibilità non c’è mai e quindi l’astensione di prima è stata dettata per questo, cioè un segnale per dire guardate che non esiste soltanto il calcio, non esiste soltanto il Banchelli che ha tutto il mio rispetto come ha tutto il mio rispetto la Vigor, ma esistono altre 90 società cittadine che stanno vivendo in gravissimo disagio. Poi Sindaco c’è il suo amico, perché credo che sia un suo amico personale, Orsolini, il quale si permette anche di chiudere le palestre visto che a Senigallia non ce ne sono, lui le chiude, il suo amico Orsolini, lei lo ha invece difeso, io sono rimasto male devo dire che lei ha difeso il preside Orsolini, le chiude anche le palestre, chiude le palestre fino alle 16:30 alle 17:00, si permette di mandare i ragazzi in giro, i soldi al CONI non li chiediamo per ristrutturare le palestre comunali, le palestre pubbliche perché non sono di Orsolini, della provincia, lui le tiene chiuse perché dice qui comando io, comanda il consiglio di istituto che poi le pratiche gliele porta lui, esistono però le palestre, esiste lo sport al chiuso e credo che una risposta ai ragazzi che fanno sport al chiuso la dobbiamo pur dare. Su questo emendamento l’astensione è un’astensione legata al fatto non sulla proposta di Sartini che può essere anche condivisa ma dal nostro punto di vista avendo fatto una battaglia fortissima per abbassare il carico fiscale, la pressione fiscale a Senigallia, noi ritenevamo e riteniamo, sarebbe stato ovviamente è provocatorio presentare un emendamento di questo genere, sarebbe stato bocciato, che però una parte di questa tassazione doveva essere restituita ai cittadini, perché votare oggi un emendamento con cui si utilizza tutto quello che torna dal ristoro di IMU TASI significa a nostro avviso di fatto in qualche modo dare un assenso a posteriori a quel tipo di tassazione a cui noi ci siamo sempre opposti, quindi non è ovviamente una scortesia nei confronti del Consigliere Sartini ma è un’astensione di nuova denuncia nei confronti di una pressione fiscale che a nostro avviso non è stata ancora abbassata, nonostante un impegno futuribile preso tempo fa e che rimane pesantissima nel Comune di Senigallia, quindi l’astensione la motiviamo in questo senso. Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’emendamento n. 2 che viene respinto con 4 voti favorevoli, 16 contrari (Angeletti, Beccaceci, Bedini, Brucchini, Giuliani, Gregorini, Mandolini, Mangialardi, Pedroni, Perini, Pierfederici, Profili, Romano, Salustri, Santarelli, Urbinati), 2 astenuti (Paradisi, Rebecchini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.