Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 50 del 21 marzo 2019

Precedente | Successiva

MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI GIULIANI, SANTARELLI, PERINI, PEDRONI, ANGELETTI, FILERI, BRUCCHINI DIRETTA ALL'ADOZIONE DELLA NUOVA CARTA DEI DIRITTI DELLA BAMBINA

Il Consigliere MARTINANGELI (Movimento 5 Stelle): per confermare chiaramente il mio voto assolutamente favorevole nei confronti di questa che è effettivamente invece una mozione riteniamo perché si impegna il Sindaco e la Giunta ad adottare la nuova Carta dei diritti della bambina quale atto simbolico importante per sensibilizzare l’opinione pubblica del nostro territorio, della nostra città. Ci dobbiamo ricordare che innanzitutto noi italiani non siamo immuni da queste problematiche e la problematica che si sta affrontando con questa mozione è quella della promozione della cultura del rispetto verso le donne e in particolare verso le future donne per evitare chiaramente un pregiudizio proprio nei confronti dello sviluppo della personalità di queste bambine perché diciamo che la gran parte delle donne oggi hanno sicuramente subito per l’educazione e per le modalità con le quali l’hanno assimilata, molte hanno dovuto fermarsi prima perché molte donne hanno ricevuto condizionamenti tanti e tali da non poter avere come bambine di una volta uno sviluppo adeguato per poter portare avanti le capacità insite proprio nella loro personalità di bambine, quindi è importantissimo oggi aderire a titolo simbolico anche ad una carta per i diritti delle bambine. Tanto più che è vero, quando si parla di punti specificati in questa carta, è vero che riguardano anche i bambini però è anche vero che esiste già una convenzione per i diritti del fanciullo dell’ONU e ovviamente come tutela dell’infanzia abbiamo strumenti, convenzioni e dichiarazioni internazionali, però oggi quello che si vuole combattere è in particolare ogni forma di violenza e pregiudizio, è questa la vera emergenza che stiamo vivendo in questo periodo, votando e sostenendo questa mozione non significa escludere che i bambini di sesso chiaramente maschile non abbiano gli stessi pericoli delle bambine, ma è vero che proprio a livello storico, culturale le bambine, le donne hanno per cultura radicata subito una compressione dei loro diritti, una compressione dello sviluppo della loro personalità e quindi è un elemento culturale e condivido le azioni che sta mettendo in campo l’Assessore Bucari in quanto da noi come Movimento 5 Stelle sono state fortemente anche avvalorate e richieste, non so se ricordate la vecchia petizione del progetto fiocco bianco che noi avevamo proposto quando ancora non eravamo neanche in Consiglio ma eravamo semplicemente un gruppo di donne che si muovevano nell’area del Movimento 5 Stelle e che quindi avevamo proposto l’adesione dell’Amministrazione a promuovere appunto nelle scuole e nei luoghi deputati la cultura della differenza di genere e del rispetto della differenza di genere, la cultura dell’affettività e quanto appunto questo progetto, che anche questo mi sembra venisse dal Canada perché probabilmente c’è un laboratorio da questo punto di vista, quindi avevamo promosso questa cultura del fiocco bianco, quindi con grande convinzione che mi discosto da tutti coloro che hanno in qualche modo trovato un qualche motivo per non votare questa mozione e dichiaro il mio voto assolutamente favorevole.